Ultime della sera: “In libreria “La Mosca Bianca”

Il nuovo romanzo del giornalista Maurizio Macaluso edito da Margana Edizioni

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
12 Maggio 2022 18:40
Ultime della sera: “In libreria “La Mosca Bianca”

Un’appassionante lettura, un libro da leggere tutto d’un fiato. Ritrovare in libreria Virginio La Porta, l’impacciato e introverso professore di matematica creato dallo scrittore Maurizio Macaluso, è stata una sorpresa inaspettata. Avevo già avuto il piacere di incontrare il personaggio nelle pagine di un altro romanzo di Macaluso “La pecora nera” e Virginio aveva già catturato tutta la mia curiosità. Figlio di un noto avvocato, era considerato la pecora nera della famiglia. Timido e impacciato, Virginio conduceva una vita monotona e grigia. All’età di cinquantadue anni viveva ancora con la madre, malata di Alzheimer. Poi un giorno conosce Alessia, una ragazza di 29 anni intraprendente e spacciata, e se ne innamora perdutamente. La sua vita viene travolta da una serie di inattesi, imprevedibili, sconvolgenti avvenimenti che lo portano a rivoluzionare le sue abitudini e la sua stessa natura.

La mosca bianca”, edito da Margana Edizioni, è il sequel de “La pecora nera”, il fortunato romanzo uscito nella primavera di due anni fa, ma è anche una storia a sé in grado di appassionare nuovi lettori.

In questo secondo capitolo della sua vita Virginio La Porta, appare un tranquillo padre di famiglia, sposato e con una figlia, che conduce comunque una vita appartata. Un giorno alla sua porta si presenta Mariuccia, figlia del fratello Giovanni, boss spietato e sanguinario, da cui il professore ha da tempo preso le distanze. Il suo arrivo sconvolge la vita di Virginio.

Mariuccia è una ragazza problematica, soffre di repentini balzi di umore e semina zizzania tra lo zio e la moglie. Da questo momento la vita del professore prende una piega inattesa e imprevedibile. Virginio La Porta è costretto a districarsi tra sospetti e misteri nel disperato tentativo di non restarne travolto. Sullo sfondo l’ombra ingombrante di Giovanni che, dieci anni prima, ha tentato di ucciderlo e che, da un momento all’altro, potrebbe tornare per saldare i conti.

Con il suo stile scarno e incalzante, Maurizio Macaluso ci conduce dentro questo intricato giallo non mancando, come è nel suo stile, di toccare temi sociali di grande rilevanza che ne fanno anche un racconto intimo. Una storia familiare dai risvolti inattesi e imprevedibili che induce alla riflessione. Un libro destinato a tutti.

di Carmela BARBARA

La rubrica Le ultime della sera” è a cura della Redazione Amici di Penna.

Per contatti, suggerimenti, articoli e altro scrivete a: amicidipenna2020@gmail.com

In evidenza