Draghi annuncia il calendario delle riaperture a partire dal 26 Aprile

Conferenza stampa del premier Mario Draghi e del Ministro Roberto Speranza.

Claudia
Claudia Parrinello
16 Aprile 2021 17:11
Draghi annuncia il calendario delle riaperture a partire dal 26 Aprile

La Sicilia rimarrà, molto probabilmente, ancora arancione. L’indice di contagio risulta essere in calo, passando da 1.22 (della scorsa settimana)a 1.03. Per la zona rossa deve superare l'1.25. Anche i dati dell'ultimo monitoraggio settimanale nazionali resi pubblici, come ogni venerdì, anche oggi dall'Istituto superiore di sanità ci spingono verso un cauto ottimismo. L’’Rt nazionale è, infatti, sceso a 0,85, dallo 0,92 di giorni fa. L’incidenza è di 182 nuovi casi ogni 100mila abitanti.

Il tasso di occupazione delle terapie intensive è del 39%, ancora sopra la soglia d’allarme del 30% ma in lieve diminuzione.Con quest’ordinanza tutta l'Italia si trova divisa in zone arancioni o rosse. Ancora in vigore il coprifuoco fino alle 22. Il nuovo cambio di fascia non prevede il passaggio alla fascia gialla. Sono numerose le Regioni che hanno una bassa incidenza di contagio e una buona situazione delle strutture sanitarie, ma secondo le attuali norme si rimane comunque in arancione con bar e ristoranti chiusi e divieto di uscire dal proprio comune.

Tuttavia, secondo quanto annunciato da Draghi e Speranza, dalla cabina di regia è arrivata l’indicazione per possibili riaperture dal 26 aprile nelle regioni che avranno un basso indice di contagio e verranno riconosciute come zona gialla «raffozata»: potranno riaprire i ristoranti a pranzo e a cena all’aperto e potranno ripartire anche le attività di sport e spettacolo sempre all’aperto.Sempre dal 26 aprile sarà possibile, nelle zone gialle e arancioni, il ritorno a scuola in presenza degli studenti sia delle scuole che delle università.

Dal 26 aprile teatri, cinema e spettacoli dovrebbero tornare a essere consentiti all’aperto.“Abbiamo un calendario che ha come prima data chiave il 26 aprile con il ritorno delle zone gialle, ha dichiarato Speranza. Poi ci sarà una road map, l’idea è che dal 15 di maggio possano riaprire le piscine all’aperto, dal primo giugno alcune attività connesse alle palestre, dal primo luglio le attività di natura fieristica”.

In evidenza