“Teatro all’aperto”, lavori ancora non partiti. Si aspettano le Regionali?

La gara di appalto fu aggiudicata nel settembre 2019. Vi è anche un'interrogazione del consigliere Bonanno

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
23 Settembre 2021 08:31
“Teatro all’aperto”, lavori ancora non partiti. Si aspettano le Regionali?

Riceviamo e pubblichiamo una nota del consigliere comunale Giuseppe Bonanno (coordinatore cittadino Cantiere Popolare) relativa ad una sua interrogazione avente per oggetto “Interrogazione sul Teatro all'aperto” inviata al sindaco Salvatore Quinci, all’assessore ai Lavori Pubblici, Michele Reina, e per conoscenza al presidente del Consiglio comunale, Vito Gancitano.

Ecco il testo dell’Interrogazione per la quale Bonanno (in foto) ha chiesto risposta scritta:

Premesso che, il 19 settembre del 2019, l'Urega di Trapani aggiudicava la gara relativa alla realizzazione di un teatro all'aperto nell'area retrostante lo stadio comunale "Nino Vaccara" di Mazara del Vallo. Considerato che la trasformazione della suddetta area restituisce alla piena fruizione un angolo abbandonato e degradato, rivitalizzando un intero quartiere. Constatato che, dopo due anni dall'aggiudicazione della gara, non sono iniziati i lavori. Per quanto sopra si chiede al Sindaco Dott. Salvatore Quinci ed all'Ass. ai lavori pubblici Michele Reina come mai, dopo due anni dall'aggiudicazione della gara , non sono iniziati i lavori per realizzare il Teatro all'aperto”.

Il progetto del teatro all’aperto (vedi foto di copertina) presso l’area retrostante lo stadio “N. Vaccara” (un’area in stato di degrado e abbandonata da quando sono andati via da lì gli operatori ortofrutticoli) fu elaborato su direttiva del sindaco Nicola Cristaldi dai tecnici comunali Vito Pinta e Pietro Aurelio Giacalone, e prevede: la creazione di una zona d’ingresso fra l’attuale muro di recinzione e la platea ove sarà allocata la biglietteria; la realizzazione degli spalti che costituiscono la platea, sistemati a gradoni per un totale di 617 posti dotati di poltroncine; la creazione nella zona degli spalti di muri perimetrali di modesta altezza che contribuiranno a limitare le eventuali interferenze acustiche esterne e delimiteranno lo spazio destinato agli spettatori con la classica forma ovale; la realizzazione di due ampie zone di passaggio e di uno scivolo per diversamente abili; la fornitura di un palco modulare amovibile da collocare nella zona destinata alla scena e la schermatura delle pareti perimetrali della struttura; ed inoltre la creazione di piccolo fabbricato per ospitare il camerino per gli artisti, i bagni oltre che la realizzazione di un magazzino e un locale tecnico e la realizzazione di idonei impianti di illuminazione e idrico.

Il costo complessivo del progetto, con fondi comunali, ammonta a 750 mila euro.

Sulla "questione  Teatro all’aperto" nel corso di una conferenza stampa del 16 luglio 2019 chiedemmo dei chiarimenti al sindaco Quinci e all’assessore Reina. A rispondere fu in primis l’assessore Reina dicendo solamente che il motivo della mancata presenza nel Piano della stessa opera era dovuto al fatto che si sta già svolgendo all’Urega la gara per l’affidamento dei lavori. La gara si sarebbe pertanto svolta nel settembre 2019 ma ancora nessuna notizia. Ci chiediamo: forse per l’inizio di questi lavori, come per altre opere tanto attese in Città (si pensi anche al rifacimento di 11 strade la cui gara di appalto era stata già espletata all’Urega), si aspetta forse l’approssimarsi delle prossime elezioni Regionali previste nel 2022?  

Francesco Mezzapelle 

In evidenza