Sicilia, covid-19, si fermano per due settimane i Campionati dilettanti

La situazione dei contagi ha portato il Comitato FIGC-LND a rinviare l’attività agonistica al 23 gennaio

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
03 Gennaio 2022 16:11
Sicilia, covid-19, si fermano per due settimane i Campionati dilettanti

La notizia, peraltro prevedibile e ormai nell'aria, adesso è ufficiale: slitta anche in Sicilia la ripartenza del calcio dilettantistico. Il Comitato Regionale Sicilia della FIGC–LND in considerazione dell’evolversi della situazione epidemiologica e della circostanza che la variante Omicron risulta particolarmente aggressiva e contagiosa e in virtù del fatto che alcune gare non sono state disputate e bisogna procedere allo svolgimento di alcuni recuperi dei campionati e delle coppe, effettua uno slittamento dell’inizio del girone di ritorno di tutte le attività calcistiche siano esse regionali che provinciali, maschili e femminili che di calcio a 5, dal 9 gennaio 2022 al 23 gennaio 2022 data di inizio dei gironi di ritorno.

Relativamente all’attività giovanile lo slittamento viene effettuato dal 9 gennaio 2022 al 30 gennaio 2022 data di ripartenza dei campionati. "Quanto sopra -si legge in una nota- anche per dare tempo a tutti i tesserati di adeguarsi alle prescrizioni del Decreto Legge 30/12/2021 n. 229 che all’articolo 1 punto 4 lettera C prevede l’adozione del Green pass rafforzato per tutti gli sport di squadra e di contatto. L’orientamento del governo è diretto ad adottare misure di contenimento ma non a bloccare le attività del paese che devono continuare con la medesima determinazione a partire dallo sport. Si ritiene detto atto di assoluto senso di responsabilità essendo lo stesso diretto a tenere in equilibrio l’esigenza della sicurezza e della tutela della salute con l’esigenza del praticare l’attività sportiva".

"Per tali ragioni il Comitato Regionale in data odierna pubblicherà un Comunicato Ufficiale che regolerà tutta quanta l’attività durante il periodo di slittamento, precisando fin da ora che l’attività di preparazione e di allenamento proseguirà regolarmente. Si ritiene detto atto di assoluto senso di responsabilità essendo lo stesso diretto a tenere in equilibrio l’esigenza della sicurezza e della tutela della salute con l’esigenza del praticare l’attività sportiva". 

In evidenza