Rotary Mazara, tablet a 3 Istituti scolastici per aiutare studenti bisognosi

I tablet, 2 ad ogni Istituto, favoriranno la DAD a studenti le cui famiglie in difficoltà per l’emergenza covid19

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
03 Maggio 2021 10:12
Rotary Mazara, tablet a 3 Istituti scolastici per aiutare studenti bisognosi

Il Rotary Club Mazara del Vallo nei giorni scorsi ha consegnato sei tablet, donati dal Distretto Rotary 2110 Sicilia-Malta, a tre Istituti scolastici per favorire la didattica a distanza (DAD) agli studenti più bisognosi. I tablet, due per ogni scuola, sono stati consegnati dal presidente del Club mazarese, prof. Calogero Giorgi, insieme al segretario Giuseppe Sinacori, al pdg Vincenzo Montalbano Caracci, e ad un gruppo di soci, ai rispettivi dirigenti scolastici degli Istituti: alla prof.ssa Eleonora Pipitone dell’Istituto Comprensivo “D. Ajello”, alla prof.ssa Serenella Di Rosa del III Circolo Didattico “B. Bonsignore”, e alla prof.ssa Silvana Lentini per il Liceo “Adria- Ballatore”; le Dirigenti hanno ringraziato tutti i soci del Club Rotary per l’iniziativa.

I tablet saranno forniti agli studenti che non dispongono di strumenti per la didattica a distanza (DAD). L’iniziativa si inserisce nell’ambito del progetto di USAID (Agenzia Governativa statunitense per lo Sviluppo Internazionale) che ha stanziato 5 milioni di dollari da spendersi sul territorio italiano per combattere gli effetti della pandemia causata dal Covid19. Il progetto di USAID ha coinvolto, tramite la Fondazione Rotary, i 13 Distretti Rotary italiani. Il Distretto 2110 Sicilia-Malta, in sinergia con gli altri Distretti italiani, ha deciso di sviluppare la prima parte del programma con un progetto nel settore dell’educazione di base.

“L’emergenza covid19 – ha dichiarato il presidente del Rotary Club Mazara, Lillo Giorgi- ha messo in seria difficoltà istituti scolastici, studenti e intere famiglie. Bisogna dare la possibilità a tutti gli studenti di poter seguire le lezioni da casa. La scuola è, e lo deve rimanere, aperta a tutti”

Nota stampa

In evidenza