Regolamento iuc e aliquota tasi al 2,5 per mille, Billardello “tassazione equa e mantenimento degli equilibri di bilancio”

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
09 Settembre 2014 13:06
Regolamento iuc e aliquota tasi al 2,5 per mille, Billardello “tassazione equa e mantenimento degli equilibri di bilancio”

"Gli atti della nostra Amministra - zione Comunale, approvati ieri sera dal Consiglio Comunale, che riguardano il regolamento dell'Imposta Unica Comunale (Iuc) e le aliquote del tributo per i servizi indivisibili (Tasi)

hanno tenuto conto delle esigenze dei cittadini di un'equa tassazione e del rispetto degli equilibri finanziari dell'Ente. Purtroppo i tagli che Stato e Regione hanno previsto anche per il 2014 nei confronti dei Comuni e soprattutto il peso nel nostro bilancio di debiti da rimborsare per 2 milioni 400 mila euro annui per mutui contratti negli anni dalle precedenti amministrazioni, non ci hanno consentito sia nel quinquennio precedente che ora di portare la tassazione al minimo, ma siamo comunque soddisfatti per avere evitato un aumento di tassazione, mantenuto i conti in ordine e riteniamo che la rimodulazione sia equa".

Lo ha dichiarato l'Assessore comunale al Bilancio Vito Billardello al termine della seduta del Consiglio Comunale che ieri sera ha approvato il regolamento Iuc e l'aliquota Tasi al 2,5 per mille, proposti dall'Amministrazione Comunale. Dopo la bocciatura di 13 emendamenti sul regolamento Iuc proposti dall'opposizione, la proposta dell'Amministrazione Comunale è stata votata favorevolmente, con la sola astensione del Presidente del Consiglio Comunale Vito Gancitano, dai 15 consiglieri comunali di maggioranza, mentre l'opposizione è uscita dall'aula al momento del voto.

Per quanto riguarda la determinazione dell'aliquota Tasi al 2,5 per mille, la proposta dell'Amministrazione è passata, dopo la bocciatura di un emendamento, con 15 voti favorevoli, 10 contrari e l'astensione del Presidente del Consiglio Comunale.

Nel corso del suo intervento, l'Assessore Vito Billardello ha sottolineato che "l'Amministrazione Cristaldi non ha mai contratto un solo euro di mutui. Se non avessimo avuto sulle spalle ingenti debiti per mutui ereditati dalle precedenti amministrazioni – ha dichiarato Billardello – avremmo potuto benissimo azzerare la Tasi, considerato che l'intero gettito della Tasi, con l'aliquota fissata al 2,5 per mille, ammonta a 2 milioni 800 mila euro annui mentre il pagamento di mutui ed interessi per debiti contratti dalle precedenti amministrazioni ammonta a 2 milioni 400 mila euro annui".

Al termine della seduta, dopo l'approvazione dell'immediata esecutività degli atti, il Presidente del Consiglio Comunale Vito Gancitano ha ringraziato tutti i consiglieri per avere consento che l'Ente si dotasse del regolamento Iuc e determinasse l'aliquota Tasi entro il termine del 10 settembre.

(Comunicato stampa)

09/09/14  15,00

{fshare}

In evidenza