Pubblica illuminazione: a chi troppo e a chi niente. Chi paga?

Segnalate alcune strade ove pubblica illuminazione attiva anche in pieno giorno. Ci sono strade al buio sempre...

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
19 Novembre 2021 09:20
Pubblica illuminazione: a chi troppo e a chi niente. Chi paga?

Ieri abbiamo ricevuto diverse segnalazioni da parte di cittadini che evidenziavano come in pieno giorno gli impianti di pubblica illuminazione fossero attivi. Le segnalazioni, corredate da qualche foto riguardavano lungomare Fatamorgana (vedi foto di copertina) ed anche alcune vie del centro storico.

Non è la prima volta che rappresentiamo questa disfunzione, già da almeno 5 anni, sempre a seguito di segnalazioni di cittadini evidenziamo l’anomalia. Probabilmente c’è qualcosa che non va all’ufficio comunale che si occupa della Pubblica Illuminazione. Il responsabile di quell’Ufficio dovrebbe controllare il perché il problema più volte segnalato non viene risolto, ed eventualmente imputare i costi e far pagare lo spreco di energia elettrica.

Paradossalmente vi sono invece diverse vie della Città ove l’illuminazione pubblica non è attiva neanche nelle serali e notturne (la microcriminalità ringrazia). Abbiamo più volte sottolineato la mancanza di illuminazione, ormai da tempo a causa del furto dei fili di rame, della pericolosa via Archi che collega i quartieri di Mazara Due e Costiera al centro urbano. Vogliamo parlare dell’ultimo tratto dello stesso lungomare Fatamorgana ove nel tratto che va dall’incrocio con la via degli sportivi all’ingresso di Capo Feto manca l’illuminazione, eppure in quella zona di Tonnarella vi abitano centinaia di cittadini anche nei mesi invernali. Ma sovente si assiste alla mancanza di illuminazione anche in zone normalmente coperte; per diversi giorni è rimasto al buio un buon tratto della via Val di Mazara (e strade limitrofe), abbastanza evidente per chi vi faceva ingresso dalla Ss115. Potremmo pure continuare…

Vogliamo parlare del percorso alternativo per raggiungere il quartiere Boccarena dopo la chiusura del ponte del fiume Arena lo scorso 9 settembre (i lavori di messa in sicurezza ancora non iniziati)? Quella strada è pericolosissima ed illuminata dal solo semaforo del passaggio a livello sulla SP66. Comprendiamo che la strada non è di competenza comunale ma dell’ex Provincia ma il Comune dovrebbe maggiormente “forzare” (era stato promesso all’indomani della chiusura del ponte) per la sua completa messa in sicurezza; è stato effettuato qualche piccolo lavoretto e posto qualche cartello: immaginate un ragazzino in scooter la sera in quel tratto al buio… Per non parlare della SP38 il cui sistema di pubblica illuminazione si sarebbe per magia spento all’indomani della chiusura del ponte del fiume Arena.

Ci chiediamo, lo abbiamo fatto la prima volta nel 2016: il Comune di Mazara del Vallo è dotato di un Piano Regolatore dell'Illuminazione Comunale (PRIC)? Tale Piano dovrebbe stabilire, almeno per la rete stradale esistente, le specifiche di illuminazione da rispettare per ogni strada o porzione di essa. Probabilmente si sconosce l’esistenza del PRIC. Il PRIC, già redatto e varato da molti Comuni all’avanguardia, è uno strumento utile per fare dell'illuminazione pubblica un completo ed efficace servizio per la città.

Le finalità del PRIC sono: la razionalizzazione dei costi di esercizio e di gestione degli impianti; il risparmio energetico mediante l’impiego di apparecchi e lampade ad alta efficienza; la regolazione del flusso luminoso e la limitazione dell’inquinamento luminoso ottico. Attendiamo però –così come riportato nel Piano annuale delle Opere pubbliche approvato lo scorso mese dalla Giunta comunale- che possa concretizzarsi il progetto per la riduzione dei consumi elettrici delle reti di illuminazione pubblica attraverso soluzioni di nuova tecnologia – 1° e 2° lotto funzionale (1milione 211mila 842 euro nell’anno 2022 con i fondi di Agenda Urbana – 2milioni 400mila euro intervento complessivo).

Infine ricordiamo ai cittadini che al Comune di Mazara del Vallo ad occuparsi di pubblica illuminazione è sempre il tecnico comunale geom. Salvatore Ferrara, coordinatore dei lavori e della programmazione annuale per gli impianti di proprietà comunale. Per segnalazioni guasti rete elettrica pubblica i cittadini possono rivolgersi all’Ufficio comunale di pubblica illuminazione, dalle ore 9 alle 13, da lunedì al venerdì , componendo il numero telefonico di rete fissa: 0923671512.

Francesco Mezzapelle 

In evidenza