Presa di possesso della Chiesa Maria Santissima delle Grazie

La cerimonia affidata alla delegazione di Mazara Del Vallo dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
19 Luglio 2021 16:49
Presa di possesso della Chiesa Maria Santissima delle Grazie

Sabato 17 luglio A.D 2021, si è svolta la cerimonia che, attraverso il segno rituale di consegna delle chiavi, ha sancito la presa di possesso della Chiesa di Santa Maria delle Grazie, affidata alla Delegazione di Mazara Del Vallo, dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme. L’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme ha una storia quasi millenaria, è uno dei più antichi Ordini assistenziali e caritativi tuttora alacremente attivi. Costruire con la carità, con la compassione, con l’amore, la prioritaria finalità, come ha ricordato lo stesso Papa Francesco.

La celebrazione eucaristica è stata presieduta da Sua Ecc. Mons. Domenico Mogavero, Priore della delegazione. La cerimonia si è svolta alla presenza delle Loro Eccellenze, il Luogotenente Cav. Gr. Cr. Ing. Maurizio Russo, del Preside della Sezione Gr. Uff. Cesare Gambardella. Ruolo determinante quello del Cavaliere Gr. Uff. Dott. Antonio Mirto, cerimoniere della Sezione di Palermo, delegazione Italia- Sicilia che, insieme al cavaliere prof Danilo Di Maria, ha guidato il direttivo nel rispetto delle ritualità del cerimoniale previsto per tale evento.

Alla celebrazione eucaristica ha partecipato anche la civica amministrazione del comune di Mazara Del Vallo attraverso la presenza del Presidente del Consiglio Comunale, Sig. Vito Gancitano.

Il rito ha sottolineato il legame tra il vescovo e l’Ordine. La chiesa di Maria Santissima delle Grazie in Mazara del Vallo, dopo la lunga chiusura ha riaperto le porte ai fedeli, adorna per l’occasione come la sposa per lo sposo; come si conviene in quei momenti della vita di ogni cristiano che devono essere eternati e commemorati ad imperitura memoria, ogni aspetto è stato curato nei particolari dal Direttivo della Delegazione, animati da quell’amore che si concretizza “nel prendersi cura”, fine caritativo di ciascun cristiano.

La partecipazione e l'affetto di questi fedeli, lieti per la riapertura della chiesa, dopo così tanti anni, ha reso questa celebrazione come un grande ritorno, quasi un abbraccio, che tanto è mancato negli ultimi due anni, quell'abbraccio che si dona a chi ti ha dato tanto e con chi hai percorso e percorrerai il tratto di strada più importante della tua vita: quello che porta a Cristo!

Il momento più intenso è stato quello della consegna delle chiavi al delegato, dott. Enzo Agate, da parte del Vescovo che, dinnanzi all’altare ha affidato a quest’ultimo le chiavi, segno di un legame profondo e unico con Cristo, principio e fine di ogni cosa. Durante il rito di consegna, i ringraziamenti del Delegato dott. Enzo Agate a Sua Ecc. Mons. Domenico Mogavero che evidenziano la gioia della Delegazione per avere sua Eccellenza come pastore e guida, poiché si ha profonda consapevolezza dell’amore paterno per il popolo dei fedeli di cui Mons.

Mogavero è capace; riguardo il “prendere possesso” della Chiesa da parte dell’Ordine, si rileva come non si esplica affatto quale valore di appropriazione, quanto di passione, senso di appartenenza e sollecitudine cristiana, tutte ragioni profonde per cui ciascun membro dell’Ordine ne è profondamente riconoscente. E' seguito un breve intervento del Luogotenente, Cav. Gr. Maurizio Russo, nella chiusa, la recita della preghiera del cavaliere e della dama del Santo Sepolcro.

In evidenza