Ponte fiume Arena, “tensioni” fra i Comitati. Attesa per l’avvio dei lavori

Il Comitato Bocca Arena e L’Associazione “Quarara” attaccano il Comitato “Ponte Arena” e la politica sta a “guardare”…

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
14 Maggio 2022 10:27
Ponte fiume Arena, “tensioni” fra i Comitati. Attesa per l’avvio dei lavori

C’è molta attesa per l’inizio dei lavori per la sostituzione dei 46 pendini del ponte sul fiume Arena. Come annunciato lo scorso mercoledì dal sindaco Salvatore Quinci -a seguito di una comunicazione formale ricevuta dal Libero Consorzio comunale di Trapani (che a sua volta avrebbe avuto assicurazioni dall’impresa aggiudicataria) - i lavori dovrebbero iniziare lunedì 16 maggio. Vista la mancata risposta sulla possibilità di una riapertura parziale a metà giugno del ponte –così come era stato annunciato dall’Amministrazione lo scorso 2 marzo in Consiglio comunale, almeno si spera che venga rispettato il crono-programma dei lavori che prevede la loro ultimazione entro la fine di agosto.

Siamo invece sicuri che nessuno dei circa 3000 i residenti di contrada Boccarena una volta iniziati i lavori – è quello che chiedono dallo scorso 9 settembre quando con una decisione “unilaterale” del commissario Raimondo Cerami il ponte venne chiuso (vedi foto di copertina) - ostacolerà o danneggerà –come paventato nel corso della recente riunione in Prefettura- il cantiere dei lavori in piena operatività.

Nel frattempo non mancano le polemiche e lo scambio di accuse anche se è nostra opinione che le responsabilità relativamente alle modalità di gestione della stessa vicenda ponte siano da attribuire alla politica e alla burocrazia ad essa connessa; siamo fermamente convinti –discorso estendibile ad altre vicende locali, regionali e nazionali- che una burocrazia farraginosa sia frutto di una politica incapace di rispondere prontamente alle esigenze dei cittadini che spesso per celare le proprie mancanze si alimenta fomentando le divisioni fra gli stessi cittadini… “Divide et Impera”.

Abbiamo ricevuto nelle scorse ore dall’ing. Calcedonio Iemmola una mail con un nota a firma dei due presidenti, Bernardo Burgio e Antonino Marino, rispettivamente del Comitato “Bocca Arena” e dell’Associazione “Quarara”. Ecco quanto hanno scritto:

I Presidenti dei due comitati di Quartiere,“Bocca Arena Gilletto” e Associazione “Quarara”, costituiti da gente che effettivamente ci abita nel popoloso quartiere, allarmati dalla deriva populista e dagli effetti negativi che la presa di posizione del fantomatico comitato “Ponte Arena”(che la gran parte dei residenti che rappresentiamo non riconosce), potrebbe avere sul celere andamento dei lavori per la ristrutturazione del ponte, con la presente prende ufficialmente le distanze dalle farneticazioni di questo fantomatico comitato “Ponte Arena”, il cui unico scopo, a noi sembra, essere quello di lucrare politicamente sui disagi e sulle difficoltà della nostra gente e non risolvere i nostri disagi prima possibile.

Nel contempo lieti che finalmente i lavori di sostituzione dei pendini inizieranno in cantiere il prossimo lunedì 16 maggio , fanno appello a tutte le autorità affinchè, compatibilmente con il più celere andamento dei lavori in cantiere, i nostri abitanti possano attraversare il fiume Arena, successivamente alla fase di sostituzione dei pendini, in condizione di sicurezza, anche nelle more del completamento degli ulteriori lavori; anche se pur a senso unico alternato”.

Da noi contattato il presidente del Comitato “Ponte Arena”, Alessandro Culicchia, ha così replicato: “Ieri sera presso lo studio legale dell'on. Vita Martinciglio il sottoscritto nelle vesti di presidente del Comitato "Ponte Arena a seguito di specifico invito pervenutomi dalla consigliera comunale Coronetta ho incontrato la delegazione del Movimento 5 Stelle formata oltre che dalla stessa Martinciglio anche dal consigliere Pipitone e dalla consigliera Coronetta. Sono stato accompagnato a questa riunione dall'Ing.

Giuseppe Salvo (autore delle controperizie) e da padre Leo di Simone della Diocesi di Mazara del Vallo. Tale incontro precede la riunione che avrà l'on. Martinciglio lunedì a Trapani con il Commissario del Libero Consorzio per affrontare la problematica relativa alla chiusura del Ponte Arena. Durante l'incontro –ha spiegato Culicchia- ho trasferito alla rappresentate della Camera dei Deputati le nostre conoscenze e le nostre convinzione oltre alle controperizie, al fine di meglio poter argomentare e confrontarsi con lo staff del commissario Cerami.

La stessa deputata ha assicurato il comitato affermando che ufficialmente metterà agli atti il nostro materiale tecnico e altresì lo consegnerà a sua eccellenza il Prefetto. Per quanto riguarda le affermazioni denigratorie pervenute dagli altri comitati cittadini –ha aggiunto- scegliamo la via del buon senso,quindi non scenderemo sul piano delle polemiche anzi ci auguriamo che si possa raggiungere una comunione d'intenti considerato che il disagio che è stato determinato con la chiusura del ponte ci accomuna tutti. Noi siamo impegnati a trovare una soluzione al problema e non abbiamo ne tempo ne voglia di alimentare sterili polemiche, e per raggiungere l'obbiettivo siamo disposti a dialogare con tutte le forze politiche che ne manifestino l'interesse a prescindere dal loro colore politico”.

Francesco Mezzapelle 

In evidenza