Mazara, fuoriuscita liquami tratto via Bessarione. Il Comune corre ai ripari

Con una determina dirigenziale nominato il rup per servizio di disostruzione della condotta fognaria di via Bessarione

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
13 Gennaio 2022 08:30
Mazara, fuoriuscita liquami tratto via Bessarione. Il Comune corre ai ripari

Negli ultimi giorni ci siamo occupati più volte della situazione di grande disagio che stanno vivendo i residenti della via Bessarione a seguito della fuoriuscita di liquami da alcuni tombini nel tratto dell’incrocio fra la stessa importante arteria e la via Formia. I liquami si sono sparsi su un lungo tratto e l’aria divenuta davvero irrespirabile per chi vi transita ma soprattutto –come dicevamo- anche per i residenti della zona costretti a tappare le finestre e a intervenire in ogni modo per evitare che gli stessi liquami finiscano dentro i recinti delle case. Insomma una situazione igienico-sanitaria insostenibile.

Per la verità è già da alcuni anni, circa dal 2016, che il problema esiste anche se in misura alquanto ridotta. La situazione si è acuita a seguito dei lavori che hanno interessato la stessa via Bessarione nei mesi scorsi e relativi all’allocazione della condotta fognaria Trasmazaro-Tonnarella ed il suo collegamento al depuratore comunale. Questi lavori ricordiamo sono stati eseguiti per conto del Commissariato Unico per la Depurazione, organo della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ed il cantiere non è ancora chiuso. Una volta completati i lavori e riconsegnata l’area il Comune dovrebbe avviare la sistemazione della stessa strada che oggi risulta in condizioni pietose, dissestata e con diverse buche che hanno creato diversi problemi ad automobilisti.

Ritornando al problema della fuoriuscita di liquami, alcuni giorni fa, e precisamente nel giorno dell’Epifania, il Comune considerata la situazione e i grossi disagi dei residenti è intervenuto con alcuni autospurgo che hanno cercato di disostruire la condotta. Purtroppo dopo alcune ore il problema si è ripresentato in tutta la sua gravità (vedi foto da noi scattata il 7 gennaio scorso).

Adesso sembra che il Comune abbia deciso di risolvere la situazione in modo definitivo e pertanto con la determina dirigenziale n.4 dell’11 gennaio , il dirigente del III Settore, l’arch. Maurizio Giuseppe Falzone ha nominato il dipendente comunale geom. Alberto Gancitano quale responsabile unico del procedimento relativo –si legge nella stessa determina al “servizio di disostruzione della condotta fognaria posta nella via Bessarione, iniziando dal tratto che interseca la via Formia”.

Si legge ancora: “ACCERTATO che: 1) la condotta fognaria della via Bessarione – tratto che interseca la via Formia- è intasata e i liquami fuoriescono sulla sede stradale; 2) a seguito della riparazione delle pompe di sollevamento della via Formia la situazione si è aggravata con pericolo per le condizioni igieniche degli abitanti limitrofi e la pubblica incolumità;…

Ritenuto che il dipendente geom. Alberto Gancitano in servizio presso l’ufficio di manutenzione fognatura di questo Settore – Servizi alla Città ed alle Imprese- e in servizio da almeno 5 anni nella categoria C, risulta in possesso della necessaria professionalità per esercitare le funzioni di R.U.P., progettista e direttore dei lavori nell’ambito della procedura in oggetto”.

Seguiremo con molta attenzione quali interventi che il Comune porrà in essere al fine di risolvere definitivamente la suddetta questione e affinchè i cittadini siano finalmente liberati da un problema divenuto insostenibile.

Francesco Mezzapelle  

In evidenza