Mazara, deceduto anche l’altro operaio coinvolto nell’incidente sul lavoro. L’impianto in stato di fatiscenza? Aperta inchiesta

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
15 Febbraio 2017 14:08
Mazara, deceduto anche l’altro operaio coinvolto nell’incidente sul lavoro. L’impianto in stato di fatiscenza? Aperta inchiesta

Purtroppo dobbiamo dare un aggiornamento in merito all’incidente sul lavoro avvenuto questa mattina in contrada Affacciata a Mazara del Vallo. Anche il secondo operaio coinvolto è morto a seguito delle ferite riportate con la caduta del traliccio delle telecomunicazioni sul quale stava lavorando.

Vincenzo Miraglia, 33 anni di Palermo, non ce l’ha fatta. Dopo essere stato trasportato in elisoccorso dalla vicina elisuperficie “Don Pino Puglisi”, ubicata nella stessa via Rosario Ballatore, Miraglia dopo esser giunto, in disperate condizioni, all’Ospedale Civico di Palermo è deceduto.

L’incidente è avvenuto all’incirca alle ore 9,20 a Mazara del Vallo. La caduta del traliccio aveva provocato la morte sul colpo di Giuseppe Romeo, 52 anni di Palermo, proprietario della Romeotel al quale erano stati affidati dei lavori nell’impianto di telecomunicazioni di contrada Affacciata.

I due operai era imbracati allo stesso traliccio alto circa una ventina di metri. A quanto pare lavoravano a metà del traliccio che però improvvisamente si è spezzato provocando la tragedia trascinando i due sfortunati operai a terra.

Sul posto, dopo l’arrivo quasi immediato dei Vigili del Fuoco e del 118 per i soccorsi, sono giunti gli agenti del Commissariato di Polizia di Mazara del Vallo che ha permesso le operazioni di rilevamento della dinamica dell’incidente. Sul posto sono arrivati ispettori del lavoro e dell’Asp, nonché il medico legale Tommaso Lipari della Procura di Marsala che ha aperto un’inchiesta al fine di stabilire la verità su quanto avvenuto e stabilire le responsabilità.

Chissà che a provocare la tragedia non siano state le condizioni fatiscenti della stessa struttura dell’antenna che insiste da anni nell’area, recintata, adiacentemente agli impianti sportivi comunali.

Francesco Mezzapelle

15-02-2017 14,45

{fshare}

In evidenza