Mazara, Consiglio comunale discute Piano opere pubbliche. Qualche problema “tecnico…”

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
18 Dicembre 2014 12:17
Mazara, Consiglio comunale discute Piano opere pubbliche. Qualche problema “tecnico…”

Si è aperta stamattina poco dopo ore 10 l'ultima sessione del Consiglio Comunale dell'anno 2014.Una seduta chè durata poco più di due ore e che non è andata oltre le comunicazioni e la lettura dell'elenco delle maggiori opere presenti nel Piano annuale delle opere pubbliche.

Ad inizio seduta i consiglieri hanno osservato, su richiesta del consigliere Foggia, un minuto di silenzio per il piccolo Lorys, il bimbo di Santa Croce Camerina trovato morto e cui funerali si svolgono nella stessa mattinata.

La seduta è iniziata con l'approvazione verbali sedute precedenti e con le comunicazioni dei consiglieri comunali. Purtroppo nonostante l'importanza della seduta la presenza dei cittadini è stata pressochè scarsa (vedi foto n.1).

Francesco Foggia ha sollevato una questione relativa ai lavori di rifacimento del manto sintetico dello stadio "Vaccara": "con questi lavori lo stadio vaccara sarà omologato per il Campionato di Eccellenza ma in deroga per la Serie D. Perché, considerato che i lavori sono ancora in corso e sono state approvate varianti in corsa, non fare tutte le modifiche per rendere omologabile fin da subito lo stadio per la Serie D visto la squadra è in corsa per la Serie D? Si perderebbero solo 15 giorni.

Duro l'intervento di Giorgio Randazzo (foto n.2) che ha stigmatizzato il problema della microcriminalità in Città (scippi, rapine, atti vandalici, risse etc.) ai danni di esercizi commerciali e cittadini. "Cosa fanno gli organi preposti al controllo del territorio? Non bastano solo multe per il mancato rispetto del codice della strada. Pertanto, con il supporto di tutti i consiglieri comunali abbiamo deciso di scrivere al Prefetto di Trapani ed al Questore di Trapani per richiedere misure straordinarie di sicurezza per tutto il territorio considerato che il fenomeno della criminalità anche organizzata è ormai imperversante e ciò è riscontrabile dalla cronaca. A supportare l'intervento di Randazzo è stato anche Cangemi il quale ha ricordato altri fatti di cronaca.

Nicola La Grutta è intervenuto sulla questione delle trivellazioni nel canale di Sicilia previste dal decreto sblocca Italia. La Grutta ha chiesto all'Amministrazione comunale di partecipare al ritrovo degli amministratori locali domani a Palermo davanti Palazzo d'Orleans. Infine il consigliere M5S ha ricordato la possibilità di donare l'8x1000 al Comune.

La Grutta è intervenuto anche sulla questione sicurezza sottolineando il primo cittadino è responsabile della sicurezza e salute dei cittadini e che sia nel Bilancio 2013 che quello 2014 per la funzione n.2 "Giustizia" la cifra è 0 mentre per la funzione "polizia locale" è di soli 25.000.

Andrea Burzotta rivolgendosi all'assessore ai Lavori Pubblici Silvano Bonanno: "il 31 gennaio scade un bando comunicato per lo smaltimento di amianto. L'Amministrazione si sta muovendo con la mappatura dei siti dove presente amianto?"; Burzotta ha denunciato la scarsa illuminazione di alcune vie".

Il consigliere Stefania Marascia, della Commissione Ambiente, ha informato che l'Amministrazione risponderà al bando e che già sta monitorando la situazione; la stessa ha lanciato un appello alla cittadinanza per segnalare siti dove presente amianto

Burzotta e Teresa Diadema hanno sollevato al vice sindaco Bonanno la seria problematica della presenza di ratti nel territorio mazarese.

Giacomo Mauro: "da due mesi il semaforo all'incrocio di via Bessarione e Mario Fani è spento. Capisco che vi è in corso l'affidamento del servizio manutenzione di pubblica illuminazione. Inoltre la Città presenta sempre più strade al buio e spesso si sa che il buio è complice. L'illuminazione pubblica è un questione ordinaria e non straordinaria". Mauro ha sollevato ancora una volta la pericolosità della SP38, Mazara-Torretta Granitola, i cui lavori di messa in sicurezza sono fermi da più di una anno.

Giuseppe Tumbiolo ha preso parola sottolineando che la strada non è di competenza comunale ma provinciale; Tumbiolo ha denunciato il silenzio dell'Ufficio tecnico dell'ex Provincia circa la ripresa o meno dei lavori".

La questione del canile comunale è stata affrontata da Matteo Bommarito: "l'Amministrazione intende dare in affidamento ad Associazioni il canile comunale con contributo annuo di 30.000 euro, ma come si fa a darlo con queste modalità in gestione quando da anni le gare di affidamento sono andate deserte?"

Giampaolo Caruso, capogruppo di Fratelli d'Italia sulla questione sicurezza ha accusato i Governi nazionali di centro-sinistra degli ultimi anni che hanno approvato leggi sull'indulto e "svuota carcere". "Inoltre -ha sottolineato- l'Amministrazione ha fatto di tutto per riportare la luce in quelle strade dove mancava".

Nino Arena, capo gruppo di Forza Italia: "ho visto l'altro giorno un peschereccio incagliato nel porto canale, l'armatore ha dovuto pagare i danni. Ma si parla da cinque anni che il dragaggio del porto canale è cosa sicura, ma al momento niente. Vorrei sottolineare i molti disagi per i cittadini, disservizi vari e la tassazione è aumentata di circa 6 milioni di euro negli ultimi due anni. Non voglio essere critico ma i fatti sono questi, chi governa la Città deve essere più presente e prendere decisioni".

Chiusa la parte relativa alle comunicazioni si è aperto il punto relativo all'approvazione del Programma Triennale delle Opere Pubbliche 2014-2016 ed elenco dei lavori da realizzare nell'anno 2014 (forse sarebbe stato meglio scrivere che si dovevano realizzare visto che siamo alla fine dell'anno).

Ad intervenire per illustrare l'atto è stato il vice sindaco ed assessore ai Lavori Pubblici, Silvano Bonanno (foto n.3): "il ritardo nella presentazione del Piano è dovuta sia alla nomina dei dirigenti che all'arrivo del finanziamento del Civic center".

Tra le opere del piano annuale si segnalano in particolare:- Realizzazione della rete fognaria nei quartieri Trasmazzaro e Tonnarella, interventi il cui investimento di 23 milioni di euro è già stato finanziato dal CIPE ed è stata già aggiudicata la gara per la progettazione.- Ampliamento del Cimitero Comunale, con la realizzazione di nuovi loculi, per un importo di 1 milione e 750 mila euro, i cui lavori in corso sono in fase di ultimazione.- Il completamento del depuratore di Contrada Bocca Arena, con l'aumento del numero di utenti da servire.

Attualmente il depuratore può soddisfare circa 46 mila abitanti equivalenti, mentre con il finanziamento di 3 milioni di euro Cipe, l'impianto sarà completato fino ad arrivare ad un numero di abitanti equivalenti di 69 mila.- Completamento della rete fognaria cittadina del Lungomare Mazzini, Hopps e San Vito per un finanziamento di 1 milione di euro già ottenuti dal CIPE- Ristrutturazione dell'ex Carcere da destinare a Civic Center, con un finanziamento già ottenuto con i fondi Pac di un milione e mezzo di euro.

La gara d'appalto è già bandita per il 19 novembre.- Il piano annuale delle opere pubbliche prevede inoltre il rifacimento della Via Santa Maria Paradiso, per un investimento di 250 mila euro, l'urbanizzazione primaria della Via Einstein, lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria del Centro Polifunzionale di Sant'Agostino, per un importo di 280 mila euro e la messa in sicurezza di un immobile in Via Goti per un importo di 153 mila euro. Fra le opere inserite nel Piano annuale anche il restauro dei mosaici sottostanti la chiesa di San Nicolò Regale per un importo di circa 137.000 euro con proventi comunali.

La seduta successivamente è stata sospesa per una valutazione tecnica in quanto è stato fatto notare che nel Piano annuale consegnato ai consiglieri comunali era diverso rispetto a quello approvato dalla Giunta. Nel piano dato ai consiglieri, al punto n.11, vi era un opera di illuminazione per la via Monte Cervino per 180.000 cifra inferiore, invece nel piano approvato dalla Giunta comunale si parla della via Goti con una cifra che sembrerebbe inferiore.

Si riprende alle 15 con una riunione dei capigruppo (Giampaolo Caruso per Fratelli D'Italia; Nino Arena per Forza Italia e Giovanni Iacono Fullone per gruppo Libera Intesa) per valutare la possibilità di andare in deroga ed inserire anche via Monte Cervino.

Francescvo Mezzapelle

18-12-2014 13,00

{fshare}

In evidenza