Mazara, Ancora una proroga per la fine dei lavori al “Civic Center”, Foggia interroga l’Amministrazione Cristaldi

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
02 Marzo 2016 18:34
Mazara, Ancora una proroga per la fine dei lavori al “Civic Center”, Foggia interroga l’Amministrazione Cristaldi

Nel corso della recente seduta di Consiglio comunale, quella avvenuta il 29 febbraio, il consigliere Francesco Foggia è intervenuto leggendo una sua interro- gazione in merito ai lavori dell’ex convento di San Francesco che l’Ammi- nistrazione Cristaldi ha destinato a Civic Center. L’interrogazione di Foggia è indirizzata all’assessore ai Lavori Pubblici, Silvano Bonanno, ed al dirigente del 3° Settore, Ing. Stefano Bonaiuto.

Ecco cosa si legge nell’interrogazione di Foggia:

Premesso che:-nel corso del 2015 questo Ente ha appaltato i lavori di ristrutturazione dell’ex carcere, che da diversi decenni versava in uno stato di abbandono e di rovina, da adibire a Civic-Center, beneficiando di un finanziamento con fondi del FESR 2007-2013;-già dal dicembre 2015 si sono conclusi i lavori di ristrutturazione dell'ex Convento di San Francesco, oggi destinato ad ospitare il Civic-Center;-a seguito di una visita ispettiva della V Commissione consiliare congiuntamente al R.U.P., Geom. Salvatore Ferrara, nella metà del mese di febbraio si è constatato che i lavori di che trattasi erano ancora in corso di esecuzione;-a tutt’oggi il cantiere risulta ancora aperto e i lavori proseguono costantemente e a pieno ritmo, malgrado l’avvenuta certificazione della fine lavori da parte del Direttore dei lavori;

Considerato altresì che era stata comunicata da parte del sopranominato R.U.P. l’imminente apertura della struttura alla pubblica fruizione non appena sarebbero state completate le lavorazioni mancanti elencate nel certificato di ultimazione lavori;

Acquisito il certificato dei lavori (vedi foto n.2) da cui risulta che i lavori sono stati ultimati in data 7/12/2015 a meno delle seguenti lavorazioni:1) il montaggio e posa in opera di tutti gli arredi;2) il completamento e messa in funzione degli impianti ascensore e montacarichi;3) la fornitura e posa in opera di pedana di accesso per portatori di handicap, di collegamento tra la via Vittorio Veneto e il cortile;4) il completamento del montaggio di alcuni corpi illuminanti;5) piccoli lavori di rifinitura e tinteggiatura;concedendo all’impresa un termine di 60 giorni dalla data di fine lavori indicata nel certificato così come prevede il regolamento degli Appalti Pubblici;

Acquisita, altresì, dal R.U.P. la concessione di proroga (verdi foto n.3) del termine utile di ulteriori 45 giorni per l’ultimazione dei lavori a causa della mancata consegna di materiali nei tempi previsti all’impresa ( ? : Mi pongo, qualche dubbio, Signor Presidente, se la richiesta sia legittima o meno);

S’interrogano l’Assessore ai Lavori Pubblici, Dott. Silvano Bonanno, e il Dirigente del 3° settore, Ing. Stefano Bonaiuto, al fine di accertare:1) come mai non è stata inserita la esecuzione della pavimentazione nell’elenco delle lavorazioni mancanti (ndr: forse perché non sarebbe stata funzionale l’opera e, quindi, non si sarebbe potuto emettere detto certificato di fine lavori);2) quando era prevista in capitolato d’appalto la scadenza per l’ultimazione lavori e quando sarà la reale ultimazione;3) quando sarà effettuato il collaudo di questi lavori di restauro;4) se è lecito concedere all’impresa una proroga dei termini di ultimazione per la mancata consegna di materiali all’appaltatore ovvero se questo non sia il caso di applicare una penale all’impresa per il ritardo nella fine lavori, considerato che l’impresa, volendo, si potrà rivalere in seguito sui fornitori per tale ritardo;5) se e quando sarà consegnata all’Amministrazione la struttura ultimata per la pubblica fruizione e che genere di servizi sono stati previsti per questo Civic-Center;6) se sono stati comunicati i tempi di proroga all’Ente finanziatore (Assessorato Regionale competente) e se non viene pregiudicata l’erogazione del finanziamento per questa proroga, visto che, da notizie assunte presso altri comuni, la rendicontazione di questi fondi andava fatta entro il 31 dicembre 2015.

La presente interrogazione -sottolinea infine Foggia- viene fatta non al fine investigativo o inquisitorio, ma, soprattutto, nell’interesse dell’Ente per evitare possibili danni erariali alla collettività, a prescindere dalle responsabilità di chi, secondo legge, deve rispondere del suo operato. Con urgenza si chiede una risposta sia verbale che scritta.

Nel corso della stessa seduta il vicensindaco nonché assessore ai Lavori Pubblici Silvano Bonanno ha così poi risposto all’interrogazione di Foggia: “a me risulta da verbale che il 7 dicembre 2015 era stato chiesto dall’impresa esecutrice dei lavori altri 45 giorni di proroga per completare l’opera. Se lei ha qualche dubbio può rivolgersi agli uffici tecnici del Comune e le daranno informazioni ad hoc”.

In un comunicato diramato dall’Amministrazione Cristaldi lo scorso 1 febbraio attraverso il quale si annunciava il completamento dei lavori del Civic Center presso l’ex Carcere Mandamentale entro la fine di febbraio. Ecco cosa si leggeva:

“Il Convento di San Francesco diventa Civic Center ed è quasi pronto. Fra poche settimane sarà aperto al pubblico. Un altro gioiello si aggiunge ai tanti recuperati o realizzati dalla nostra Amministrazione”. Lo ha detto il Sindaco di Mazara del Vallo, on Nicola Cristaldi annunciando che tra poche settimane saranno consegnati i locali dell’ex carcere Mandamentale di Via Vittorio Veneto e la struttura potrà essere fruibile. “I lavori – ha continuato il Primo Cittadino – hanno interessato la parte dell’ex convento appartenente al Comune di Mazara del Vallo.

Abbiamo deciso – ha concluso Cristaldi - di inoltrare formale richiesta all’ex Provincia affinché anche la parte non di nostra proprietà possa essere acquisita al nostro patrimonio al fine di poter programmare ulteriori interventi per rendere interamente fruibile la struttura”. I lavori, finanziati per un importo complessivo di circa 1 milione e mezzo di Euro dal Dipartimento Regionale della Programmazione nell’ambito dell’attuazione territoriale del Piano Operativo FESR 2007/2013, con riferimento all’Asse VI “Sviluppo Urbano Sostenibile”, sono in fase di ultimazione, mancano alcuni elementi di arredo e gli ultimi collaudi, e sono stati realizzati da Impresalv srl di Favara, aggiudicataria della relativa gara con un ribasso del 35,7522% sull’importo a base d’asta di € 866.861,93 (al netto dei costi insopprimibili: personale, oneri sicurezza).

Con l’apertura del Civic Center la città di Mazara del Vallo disporrà di un importante spazio all’interno del centro urbano per favorire e mettere in relazione la rete museale, i complessi monumentali e archeologici del centro storico e del porto canale, nell’ottica di uno sviluppo turistico, sociale e culturale con ricadute economiche molto importanti.

La direzione dei lavori è stata affidata all’arch. Tatiana Perzia e al geom. Pietro Aurelio Giacalone. Responsabile Unico del Procedimento il geom. Salvatore Ferrara. Il progetto è stato redatto dall'arch. Gaspare Bianco della Soprintendenza di Trapani. (foto n.4 diramata in allegato dal Comune lo scorso 1 febbraio)  

Francesco Mezzapelle

02-03-2016 19,30

{fshare}

In evidenza