La Cassazione conferma la condanna per Vito Caradonna, prete marsalese, condannato per violenza sessuale

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
09 Settembre 2016 22:57
La Cassazione conferma la condanna per Vito Caradonna, prete marsalese, condannato per violenza sessuale

La Cassazione ha confermato la condanna a due anni di reclusione (con pena sospesa), per tentativo di violenza sessuale su un uomo, inflitta in primo grado dal Tribunale di Marsala e in secondo dalla Corte d'appello di Palermo a un prete di 41 anni, don Vito Caradonna , ex parroco della chiesa di contrada San Leonardo ed ex cappellano del carcere di Marsala. I fatti contestati al religioso risalgono al febbraio 2005. Ad accusare il prete è stato un uomo di 38 anni. All'indomani della condanna in primo grado, emessa il 18 febbraio 2013, don Vito Caradonna, che nel 2012 era già stato trasferito a Santa Ninfa (Tp), fu "sospeso a divinis" dal vescovo della Diocesi di Mazara del Vallo, Domenico Mogavero. (Fonte Ansa)8/09/2016

{fshare}

In evidenza