“Il Satiro Danzante di Mazara avrà una nuova luce”. L’annuncio al Vinitaly dove esposta una copia in bronzo nel Padiglione Sicilia

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
17 Aprile 2018 12:26
“Il Satiro Danzante di Mazara avrà una nuova luce”. L’annuncio al Vinitaly dove esposta una copia in bronzo nel Padiglione Sicilia

Da giugno il Satiro Danzante sarà oggetto di un innovativo intervento illuminotecnico. L’annuncio è arrivato durante il "Vinitaly" in corso a Verona. La nuova illuminazione, annunciata dal Dipartimento dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana e iGuzzini, valorizzerà ulteriormente  l'opera esposta nel museo di Piazza Plebiscito a Mazara del Vallo, consentendo di apprezzarne la bellezza anche agli ipovedenti.

Per celebrare l’occasione, all’interno del Padiglione della Regione Sicilia nell'importante kermesse internazionale dedicata al vino è possibile ammirare la copia in bronzo della statua. Ricordiamo che l'ex assessore regionale ai Beni Culturali Vittorio Sgarbi voleva inizialmente portare al Vinitaly la copia originale della statua bronzea, (pescata nel Canale di Sicilia nel 1998 dal motopesca Capitan Ciccio) ma trovò la dura opposizione del Sindaco di Mazara del Vallo, Nicola Cristaldi, che reagì duramente alla proposta di Sgarbi il quale ritornò sui propri passi optando per una copia conforme all'originale.  

“Il Satiro Danzante - ha spiegato Sebastiano Tusa, neo assessore regionale dei Beni Culturali-  rappresenta un capolavoro dell’arte greca nel passaggio dallo stile severo alla “liberazione” della figura umana dell’ellenismo iniziale. La sua unicità risiede nella genialità del movimento vorticoso che avvolge nel vento sia il corpo che la stupenda capigliatura. Siamo certi che facesse parte di un carico di preziose opere d’arte forse trafugate da Alarico a Roma negli ultimi tragici giorni dell’impero”.

“Il progetto di illuminazione della statua del Satiro danzante – ha aggiunto Roberto Sannasardo, Energy Manager del Dipartimento Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana – si inquadra in una più ampia strategia del Dipartimento che intende valorizzare il proprio patrimonio monumentale e artistico attraverso l’uso della luce quale strumento di esaltazione delle strutture e delle forme, come è già avvenuto con il relamping led della Valle dei Templi di Agrigento e per il Teatro Antico di Taormina e come avverrà a breve, oltre che per il Satiro danzante di Mazara del Vallo, con il Tempio “C” di Selinunte”.

“Siamo orgogliosi di continuare la collaborazione con il Dipartimento dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana – ha concluso Adolfo Guzzini, presidente di iGuzzini illuminazione – Mettiamo al servizio della collettività la nostra competenza e tecnologia per valorizzare un altro protagonista del patrimonio artistico siciliano attraverso il sapiente utilizzo della luce. L’illuminazione, infatti, consente di aprire molteplici percorsi conoscitivi dove le opere d’arte acquisiscono un significato estetico totalmente nuovo”.

La tecnologia applicata permetterà di variare la luce per migliorare la percezione del Satiro Danzante da parte di persone ipovedenti, secondo le modalità e procedure scelte dal museo mazarese.

Francesco Mezzapelle

17-04-2018 13,45

{fshare}

In evidenza