Ultime della sera. Il cammino genera cammino…

Il cammino è la vita…

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
28 Settembre 2021 19:06
Ultime della sera. Il cammino genera cammino…

E così una mattina ho preparato il mio zaino e mi sono diretto verso Santiago de Compostela.

In compagnia di un fedele amico avevamo molta voglia di respirare un’aria diversa, metterci alla prova e, soprattutto, verificare che tipi di messaggi ci sarebbero arrivati in questo momento della nostra vita, allorquando non più giovani, tutto necessita di qualche rifasatura.

La strada da sempre ci è stata amica e maestra e in ogni circostanza ci ha dato importanti lezioni che, attraverso i piedi, sono sempre arrivate a cuore e mente.

Una strada che va vissuta sempre con il giusto atteggiamento, attenzione, ascolto per cogliere la sostanza di ogni segnale.

Questa volta, però, è il partire per un cammino, noto per le sue direttrici ma ignoto per i suoi messaggi, incontri; per le persone, clima, ambienti e sensazioni; per le durezze, asprezze ma anche dolcezze e bellezza.

Il cammino è una sfida; il mettersi in gioco; aprirsi e donare; ricevere e gratificare…..

Il cammino è come la vita di ogni giorno che ci riserva sorprese di ogni tipo, gioie e dolori; ostacoli; salite e discese; la gioia di essere accolti, salutati, compresi, difesi e riparati.

Il cammino riconcilia con sé stessi, con la natura e i suoi elementi e riesce a far guardare le persone con occhi diversi.

Il cammino è fatto di rinunce ma anche di soddisfazioni; di contatti e attenzioni, di luci e di ombre che ti attraversano.

Il cammino ti prende corpo e anima e anche se non sei credente avverti che c’è una dimensione di te che non appartiene solo alla fisicità: è verticale e orizzontale.

Il cammino spinge ad andare avanti; ti fa capire che ci sei e ce la puoi fare e che contare sugli altri è una bellissima soddisfazione così come lo è essere sostegno per chi ha bisogno.

Il cammino è un costante arrivo e una ripartenza: la misura della provvisorietà della vita e la coscienza di doverne privilegiare la vera essenza.

Il cammino è fatto di persone che incontri, delle loro origini, motivazioni, spinte; non importa da dove esse provengano ma ognuna ha una storia da donare, una direzione da seguire, un messaggio da trasmettere.

Il cammino è un mondo di gente che cammina; uno spaccato di come potrebbero essere le nostre strade se solo avessimo occhi per guardare e orecchie per ascoltare; se solo avessimo voglia di fare soste, di condividere piccoli tratti, pasti, e rifugi.

Il cammino non è un posto per scappare; per rifugiarsi, per escludersi, per nascondersi: è semmai il contrario !!! Non si può scappare da sé stessi.!

E’ semmai un posto per guardarsi, per contemplarsi, per verificarsi; per caricare le batterie e per godere dei gratuiti doni che ti arrivano.

Il passo è il tuo; il tempo è il tuo; il contesto è tuo ma tu non sei completamente e totalmente tuo: puoi essere segno nel cammino anche per gli altri.

Cari lettori, spero di aver suscitato in voi la curiosità e mi auguro che chi lo ha percorso si ritrovi nelle mie parole.

Vi lascio con una poesia che ho composto l’ultimo giorno della mia esperienza del cammino.

Buon cammino a Voi tutti da Mare Calmo.

Ho camminato

Ho camminato dentro di me per riscoprire quello che c’è

Ho camminato sopra i miei piedi perché mi portassero lontano leggeri

Ho camminato tra i miei legami per riannodare fili sacrali

Ho camminato tra voci e saluti che sono stati caldi ed aiuti

Ho camminato tra gente diversa che ti colpisce e ti attraversa

Ho camminato nella natura tra la sua pace e la sua frescura

Ho camminato tra pietre e fiumi tra stretti sentieri tra riflessi e lumi

Ho camminato tra buio e luci, albe e tramonti, sere e mattine

Ho camminato tra monti e colline, vigneti e boschi, campi e filari

Ho camminato tra i miei pensieri, tra cuore e mente, passato e presente

Ho camminato tra case e granai, tra croci e chiese di un mondo antico

Ho camminato tra dune e pontili, tra barche e porti, scogli e canali

Ho camminato tra stanchezza e riposo, tra brezza e sole, tra nebbia e calore

Ho camminato tra fiori e frutti, tra miti animali e suoni gioviali

Ho camminato tra pesi e durezze, tra passi e lentezze, tra voli e leggerezze

Ho camminato tra amici lontani e quelli vicini, tra chi ancora vive e chi non c’è

Ho camminato tra la preghiera, tra sintonia e profondità

Ho camminato verso arrivi e tappe tra indicazioni e nuove scoperte

Ho camminato tra le sensazioni, le emozioni

Ho camminato, ho camminato ma ….non sono arrivato !!!

di Mare CALMO

La rubrica “Le ultime della sera” è a cura della Redazione Amici di Penna.

Per contatti, suggerimenti, articoli e altro scrivete a: amicidipenna2020@gmail.com

In evidenza