Grossi disagi per sanificazione ambulanze 118 e nell’hub vaccinale mazarese

Centro sanificazione ambulanze attivo solo a giorni alterni. Sempre disagi in attesa del vaccino nell’hub di via Livorno

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
16 Luglio 2021 17:36
Grossi disagi per sanificazione ambulanze 118 e nell’hub vaccinale mazarese

Ancora problemi per il centro di sanificazione di Mazara delle autoambulanze del 118. Lo scorso maggio la segreteria provinciale e regionale di CSA aveva scritto alla Regione e alla Seus per sollevare il problema delle carenze del centro di Mazara per sanificazione ambulanze causa covid19 e al contempo aveva chiesto la funzionalità del centro anche nelle ore notturne e nei giorni festivi. La situazione è peggiorata negli ultimi giorni in quanto lo stesso centro sito in via Livorno, presso il ricovero delle autoambulanze del 118 dell’area emergenza-urgenza, adesso opera pure a giorni alterni, altro che estensione del servizio nelle ore notturne e nei festivi.

Il problema è dovuto alla mancanza di personale adeguato per coprire il servizio che pertanto compromette la copertura del territorio comunale con le due autoambulanze del 118 che in queste condizioni si potrebbero trovare, in quei giorni ove il centro mazarese di sanificazione è chiuso, entrambi con il proprio personale presso la postazione di sanificazione di Trapani (in foto copertina la nuova ambulanza del 118 allocata a Mazara del Vallo qualche mese fa). Servirebbe –come già più volte richiesto- l’integrazione di almeno 4 unita' per rendere il centro di sanificazione mazarese in servizio h 24.

Come se non bastasse continuano le molte segnalazioni di utenti mazaresi in merito ai disagi vissuti presso l’hub vaccinale di Mazara del Vallo attivo presso l’area di emergenza urgenza di via Livorno. Già all’ingresso del nosocomio evidente la fila delle persone in attesa di potere accedere ai locali adibiti per la vaccinazione. Si registrano punte con un centinaia di persone, con il rischio di pericolosi assembramenti. In pratica vi è il rischio di contrarre il covid19 prima di fare il vaccino. Si registrano ritardi nelle vaccinazioni programmate. Insomma nonostante le rassicurazioni fornite qualche mese fa dallo stesso commissario dell’Asp Trapani, Paolo Zappalà, persistono gli stessi problemi: è una questione di organizzazione e di risorse impiegate.

Francesco Mezzapelle 

In evidenza