Grande successo in città per la 22ª Giornata FAI di Primavera. Impegno per i mosaici di San Nicolò Regale

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
25 Marzo 2014 12:30
Grande successo in città per la 22ª Giornata FAI di Primavera. Impegno per i mosaici di San Nicolò Regale

Centinaia di cittadini sabato 22 marzo hanno partecipato alla 22ª Giornata di Primavera del FAI, Fondo Ambiente Italiano, che ha come fine la promozione in concreto di una cultura di rispetto della natura, dell'arte, della storia e delle tradizioni d'Italia. 

La manifestazione di quest'anno, col patrocinio del Comune di Mazara, e la preziosa collaborazione della Diocesi di Mazara, è stata in titolata "L'Antico Piano Maggiore: scrigno d'arte, di storia e di cultura" (vedi f0to 1 volontari FAI). In particolare, è stata posta all'attenzione dei visitatori, grazie all'ausilio degli "apprendisti Ciceroni" dell'Istituto Tecnico Commerciale "Ferrara" e dei volontari FAI, l'antico "piano maggiore", da secoli centro monumentale della città e sede del potere politico-religioso, più di recente Piazza della Repubblica è la piazza più importante di Mazara del Vallo.

Piazza della Repubblica, a pianta rettangolare allungata, assume la sua attuale definizione, nelle parti fondamentali, tra il Seicento e il Settecento, nell'ambito di un generale rinnovamento architettonico-urbanistico del tessuto urbano. Piazza della Repubblica racchiude alcuni dei punti di maggior interesse della città: la basilica cattedrale del Santissimo Salvatore, edificata nel 1093 da Ruggero I, il palazzo vescovile (1596), il palazzo del Seminario dei Chierici (1710), e il Museo diocesano che raccoglie una significativa collezione di argenti e paramenti sacri di epoca compresa tra il XIV ed il XIX secolo. Di grande interesse inoltre l'archivio diocesano di Mazara del Vallo risalente al XV secolo, che è uno dei più importanti archivi storici ecclesiastici della Sicilia. Al centro della piazza si trova la statua di San Vito, patrono della città, opera settecentesca di Ignazio Marabitti (1771).

La giornata FAI di primavera ha rappresentato un'occasione per riportare all'attenzione dell'intera città e dei vari visitatori, grazie all'ausilio dei "giovani ciceroni "dell'Istituto tecnico Commerciale "Ferrara, il ricco patrimonio artistico-monumentale dell'intera piazza che, fulcro della vita cittadina, si connota da sempre per l'alto valore storico e religioso.

Nel corso della giornata gli "apprendisti ciceroni" hanno accompagnato i visitatori nei seguenti siti: Basilica Cattedrale, Palazzo Vescovile, Museo Diocesiano, Seminario Vescovile, Archivio Vescovile.

Nella Piazza a cura dell'istituto comprensivo "Borsellino" hanno avuto luogo: un'estemporanea di pittura "Piazza della Repubblica, Palazzi e Monumenti"; mostra dei santini e pani di San Giuseppe allestita all'interno della Cattedrale; mostra itinerante sui monumenti più rappresentativi della Piazza (in foto 2- percorso storico-culturale); "Piazza della Repubblica ieri e oggi" cartelloni con foto d'epoca; Canti e musiche popolari (laboratorio folk).

Infine soddisfatta si è detta la dott.ssa Mariella Misuraca, coordinatrice del FAI -Mazara la quale nei giorni scorso aveva accolto con risposta scritta la proposta della nostra redazione circa un impegno formale del FAI per il recupero, e fruizione al pubblico, dei mosaici romani sottostanti alla chiesa di San Nicolò Regale.

Seguiremo con attenzione la questione dei mosaici romani con la speranza –come espresso dalla dott.ssa Misuraca- che sede della prossima giornata FAI di Primavera possa essere lo stesso sito di San Nicolò Regale riaperto finalmente al pubblico.

25-03-2014 13,30

{fshare}

In evidenza