Gestione rifiuti, il Comune prepara il passaggio dalla Belice Ambiente all’Aro. Sindacati sul piede di guerra

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
06 Settembre 2014 10:18
Gestione rifiuti, il Comune prepara il passaggio dalla Belice Ambiente all’Aro. Sindacati sul piede di guerra

Non sarà facile la collocazione del personale dall'Ato Belice Ambiente Spa dovrebbe transitare nel Comune di Mazara del Vallo che per effetto di una riforma regionale dovrà gestire il servizio rifiuti a partire dal 30 settembre. Come era prevedibile le Ato si sono trasformate in veri e propri carrozzoni e negli anni

hanno assorbito del personale secondo le indicazioni degli amministratori di turno legati in qualche modo sempre ai sindaci; una gestione che ha avuto anche appendici giudiziarie.

Adesso si cominciano a fare i conti con questa realtà elefantiaca che a livello regionale, parliamo di tutte le Ato, hanno determinato un disastro economico per le casse regionali.

I segretari territoriali di Cisl Fp, Marco Corrao, di Uil Fpl Giorgio Macaddino e di Diccap-Confsal, Donato Giglio dopo aver effettuato l'accesso agli atti per il procedimento di sottoscrizione di un protocollo di intesa fra il Comune di Mazara del Vallo e la Belice Ambiente, teso ad utilizzare, personale di Belice Ambiente, presso il comune di Mazara del Vallo, hanno comunicato congiuntamente di aver "rilevato un numero non indifferente di violazioni di norme per la tutela della salute sul posto di lavoro, e l'assenza di documenti propedeutici ed obbligatori (documento valutazione dei rischi- documento valutazione dei rischi da interferenza) nonché gravi rischi occupazionali nel breve tempo per il personale contrattista dell'ente".

I tre Sindacalisti hanno così con una lunga ed articolata lettera diffidato i due Enti ad revocare in autotutela il protocollo di intesa e non consentire che personale di Belice Ambiente presti servizio nei siti comunali avvertendo che trascorsi tre giorni adiranno le vie ritenute più idonee.

In particolare i Sindacati hanno evidenziato la mancanza di un amministratore di rete e del sistema informatico comunale che possa assumersi la responsabilità considerato che circa sei dipendenti della Belice Ambiente lavorano già presso il Comune utilizzando mezzi e dati sensibili per potere aggiornare la banca utenti. Ricordiamo che da più di un mese altre 5 unità amministrative dal centro della Belice Ambiente erano state trasferite a Mazara del Vallo per la gestione tecnica ed operativa del servizio di raccolta dei rifiuti in territorio mazarese

L'Amministrazione, con il nuovo dirigente Stefano Bonaiuto, avrebbe già pronte le carte per la gara di appalto per affidare all'esterno la gestione del servizio rifiuti della nuova ARO comunale.

In questa nuova gestione dovrebbero transitare fra i 60 e 70 dipendenti della Belice Ambiente. Ci chiediamo pertanto: secondo quali modalità saranno scelti i lavoratori, di diverse mansioni, che dalla Belice Ambiente verranno ad operare a Mazara del Vallo, non vorremmo che in questa scelta vi fossero strascichi elettorali.

Quanto sollevato dai tre sindacati comunque rappresentano alcune delle molte criticità alle quali l'Amministrazione Cristaldi dovrà far fronte per potere implementare un servizio comunale di gestione dei rifiuti adeguato per l'intero territorio mazarese. Adesso bisogna correre e pertanto attraverso due determine dirigenziali, la n.726 e la n. 728, l'Amministrazione mazarese ha nominato il funzionario comunale Giovanni Di Matteo responsabile unico del procedimento ed il tecnico comunale Michele Bonafede l'incarico per la redazione dei progetti inerenti gli interventi correlati all'organizzazione e alla gestione del servizio, entrambi dovranno portare avanti tutte le procedure previste dalla legge per l'organizzazione e gestione del nuovo servizio comunale di raccolta rifiuti.

Francesco Mezzapelle

06-09-2014 12,00

{fshare}

In evidenza