Escavazione porto canale: consegnato progetto definitivo. Ma i risultati delle analisi dei fanghi?

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
20 Maggio 2014 11:51
Escavazione porto canale: consegnato progetto definitivo. Ma i risultati delle analisi dei fanghi?

Il Comune attraverso una nota ha informato che "il Provve- ditorato Inter-regionale Opere Pubbliche Sicilia-Calabria – Ufficio Opere Marittime per la Sicilia, diretto

dall'ing. Pietro Viviano, acquisita dall'Iamc Cnr di Mazara del Vallo la relazione definitiva sui campionamenti e le analisi dei fanghi dei fondali del bacino portuale e del porto canale, ha consegnato ufficialmente al Comune di Mazara del Vallo in data odierna gli elaborati progettuali del progetto esecutivo relativo al primo stralcio esecutivo di 2 milioni di euro per i lavori di ripristino dei fondali del bacino portuale e del retrostante porto canale".

"Il progetto – si legge nella stessa nota- è stato altresì inviato all'Ufficio del Commissario straordinario delegato per l'attuazione degli interventi per la mitigazione del rischio idrogeologico presso il Dipartimento regionale della Protezione Civile che, acquisite le autorizzazioni degli Enti di competenza, potrà finalmente indire la gara d'appalto per l'attuazione degli interventi finanziati dal Ministero dell'Ambiente, che prevedono in particolare la bonifica dei fondali da materiali depositati e l'escavazione fino alle quota di 4 metri sotto il livello del mare".

Ai primi di aprile, dopo la conclusione delle analisi eseguite dalla sezione locale del Consiglio Nazionale delle Ricerche sulle acque e sul fondo del fiume Mazaro, l'Amministrazione comunale annunciò che sarebbero stati resi noti i ufficialmente i dati delle analisi dei fanghi.

Il campionamento all'interno del porto canale e del porto nuovo ha interessato 63 punti, ognuno a distanza di 50 metri circa dall'altro, per un totale di 330 campioni. Si può definire ad alta risoluzione il livello dello stesso campionamento, in ognuno di questi campioni, infatti, con il supporto del Cnr di Napoli, sono stati eseguiti analisi di diversa natura: 1) analisi ecotossicologica; 2) analisi se presenza metalli pesanti; 3) analisi se presenza mercurio; 4) analisi se presenza di idrocarburi; 5) analisi se presenza pesticidi.

L'esito delle analisi sarebbe finalizzato all'ottenimento dell'autorizzazione allo smaltimento o in colmata o in discarica.

L'Amministrazione comunale lo scorso aprile definì infondate le preoccupazioni di un fiume inquinato in maniera irrimediabile.

Allora ci chiediamo perché non pubblicizzare, proprio adesso, l'esito di queste analisi?

Oppure i lavori di rimozione di 4 relitti abbandonati nel porto canale da parte di una ditta per conto della Capitaneria di Porto stanno forse dimostrando cosa effettivamente si cela nei suoi fondali (vedi foto)?

Vorremo essere davvero smentiti affinchè il porto canale mazarese possa ritornare, quanto prima, pienamente navigabile e vivibile.     

Francesco Mezzapelle

20-05-2014 13,45

{fshare}

In evidenza