​Dragaggio porto canale, “il commissario Croce chiarisca la questione”

Fabrizio Misuraca (MDC Mazara) chiede pubblico incontro al dott. Croce e al Sindaco di Mazara per risposte sui ritardi

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
16 Ottobre 2021 08:15
​Dragaggio porto canale, “il commissario Croce chiarisca la questione”

Torniamo a parlare dell’annosa questione del dragaggio del porto canale di Mazara del Vallo a seguito di una nota inviata dall’avvocato Fabrizio Misuraca, in qualità di responsabile dello sportello mazarese del Movimento Difesa del Cittadino. L’avv. Misuraca ha scritto una lettera al cosiddetto “soggetto attuatore”, cioè al commissario di Governo per il contrasto del dissesto idrogeologico, dott. Maurizio Croce, e per conoscenza al Sindaco di Mazara del Vallo, richiedendo un incontro relativo ai lavori di escavazione del porto di Mazara del Vallo. Ecco il testo della lettera:

Con la presente il sottoscritto Avv. Fabrizio Misuraca nella Sua qualità di Responsabile della sede del Movimento difesa del Cittadino di Mazara del Vallo e di fondatore del gruppo Facebook "Escavazione del porto di Mazara del Vallo ", Vi significa quanto segue: L'escavazione del fiume Mazaro è intervento necessario dichiarato dalla Protezione Civile con ordinanza del 2018 "Urgente e indifferibile". I suddetti lavori rivestono particolare importanza dal punto di vista del rischio idrogeologico, il bene giuridico tutelato è quello della pubblica incolumità. Occorre non dimenticare infatti che nell'ultima alluvione che risale al 2018 parecchie persone furono salvate dai vigili del fuoco in quanto le loro case erano completamente allagate.

La questione riveste particolare importanza e il Vostro ritardo non è più tollerabile, la gara relativa all'aggiudicazione dei lavori era stata espletata nel 2016, sono passati cinque anni e ancora si versa nell' immobilismo più totale. In merito alla suddetta gara non si sa se la prima ditta aggiudicataria abbia formalmente rinunciato all'appalto e non si sa se la seconda ditta sia disponibile ad eseguire i lavori, la città vive nel buio più totale e non è possibile nemmeno fare previsioni.

Dal 2016 ad oggi sono cambiate tante cose, è aumentato il costo del lavoro, delle materie prime, sono aumentati i costi dei servizi, sono cambiate le disposizioni in materia ambientale, come si può chiedere a una ditta che ha partecipato a un appalto nel 2016 di svolgere i lavori nel 2021 mantenendo gli stessi importi?

Mazara del Vallo merita delle risposte, l'attesa ha superato ogni limite, non possiamo più vivere di promesse e rassicurazioni e pertanto invito il Sindaco di Mazara del Vallo che legge per conoscenza ad organizzare un pubblico incontro invitando presso l' aula del Consiglio comunale, o presso i locali da lui ritenuti opportuni, il Commissario di Governo per il contrasto del dissesto idrogeologico al fine di chiarire le rispettive posizioni.

Nel caso in cui fosse difficile organizzare un incontro a Mazara comunico che i responsabili dei cantieri navali, officine meccaniche, rimessaggi, circoli nautici, armatori e quanti altri sono disponibili anche a spostarsi a Palermo presso i locali indicati dal Commissario di Governo. Attendiamo Vs riscontro”. 

(In foto di copertina uno dei tanti pescherecci rimasti incagliati in questi anni al centro del porto di Mazara a causa del mancato dragaggio).   

In evidenza