Conte annuncia: “Dal 4 maggio via alla fase 2 grazie ai sacrifici fatti dagli italiani”

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
26 Aprile 2020 21:02
Conte annuncia: “Dal 4 maggio via alla fase 2 grazie ai sacrifici fatti dagli italiani”

Il premier Giuseppe Conte è intervenuto poco fa per annunciare l'avvio della fase 2. Ecco cosa ha dichiarato: "Grazie ai sacrifici fatti stiamo riuscendo a contenere la diffusione della pandemia da Nord a Sud, la popolazione ha manifestato forza e coraggio. Adesso inizia per tutti la fase della convivenza con il virus dove la curva potrà nuovamente rialzarsi. Sarà fondamentale rispettare tutte le distanze di sicurezza se vogliamo bene all'Italia, anche con i nostri parenti più stretti. Dobbiamo evitare che la curva torni a salire in modo incontrollabile.

Il Governo vigilerà e monitorerà pronto ad intervenire in maniera tempestiva laddove la situazione dovesse tornare critica. Nei prossimi mesi ci aspetta una sfida complessa. Potremmo prendercela con tutti in questo momento (stampa, familiari, politici) oppure scegliere di cacciare risentimenti e fare qualcosa per l'Italia. Saranno fissati con ordinanza i prezzi per le mascherine ed il Governo è al lavoro per eliminare l'IVA dalle mascherine chirurgiche. Costeranno circa 0,50€ quelle chirurgiche.

In Europa sono Stati fatti enormi passi in avanti al fine di percorrere una strada più rapida verso la ripresa. È stata una vittoria del sistema Italia. Siamo consapevoli che dal punto di vista economico molti di voi siano ancora insoddisfatti: mi scuso personalmente dei ritardi ma la mole di domande è assolutamente straordinaria. Alcune regioni non hanno ancora fatto pervenire i flussi per quanto riguarda la cassa integrazione. Il nostro paese per ripartire avrà bisogno delle imprese ed il Governo è pronto a sostenerle con un provvedimento da decine di miliardi.

Anche per il turismo lavoreremo in questa direzione. Dal 4 maggio, fino al 18, avremo una conferma generalizzata per quanto riguarda gli spostamenti ma aggiungiamo la possibilità di fare visita a congiunti con adozione di mascherine. Non ci si potrà spostare tra diverse regioni se non per urgenza, lavoro o motivi di salute. Sarà concesso il ritorno alla propria residenza o domicilio. I divieti di assembramenti rimarranno, il sindaco potrà disporre chiusure di aree non controllabili. Riapriranno ville e parchi pubblici purché con le dovute precauzioni.

Per quanto riguarda l'attività sportiva, ci si potrà allontanare rispettando le distanze. Saranno consentite le sessioni di allenamento degli atleti nel rispetto delle norme di distanziamento sociale a livello individuale. Bar e ristoranti potranno fare attività di asporto, entrando uno per volta e consumando il cibo a casa o in ufficio. Relativamente alle attività produttive, riapriamo tutta la manifattura, costruzioni e commercio all'ingrosso funzionale alle costruzioni. Abbiamo un indirizzo chiaro del piano che abbiamo messo a punto: il 18 maggio abbiamo in programma l'apertura del commercio al dettaglio, musei, mostre, biblioteche e allenamenti di squadre sportive.

Dal 1 giugno vorremmo riaprire parrucchieri, barbieri, centri estetici, bar e ristoranti".

In evidenza