Congresso PSI. Per Venturino la Sicilia ha voglia di socialismo, e a Mazara si lancia la sfida per il dopo Cristaldi.

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
10 Aprile 2016 21:11
Congresso PSI. Per Venturino la Sicilia ha voglia di socialismo, e a Mazara si lancia la sfida per il dopo Cristaldi.

Grande partecipazione al secondo congresso comunale del Psi di Mazara del Vallo che si è svolto oggi nell’auditorium “Mario Caruso” del Centro Interculturale che ha riconfermato alla segreteria Franco Spedale, vice segretaria Paola Barranca e presidente Pietro Marino.

Nel corso del congresso, molto partecipato da sostenitori e simpatizzanti, si sono succeduti gli interventi dei consiglieri comunali e dei vertici del partito a livello locale, provinciale e regionale. In particolare si è articolato un ampio dibattito tra un’ala più rigida (Anna Certa e Nino Arena), determinata a svolgere il ruolo di mera opposizione dell’amministrazione comunale, ed un’altra ala che si è detta invece propensa a condurre una linea politicacollaborativa ( Francesco Foggia), pur di raggiungere obiettivi per il bene della collettività.

Tra gli interventi, il consigliere Francesco Foggia si è soffermato sull’importanza della nascita della Radioterapia Complessa all’ospedale di Mazara del Vallo. Particolare consenso hanno riscosso sia l’invito all’unità interna delpartito lanciato della segretaria provinciale dei giovani socialisti Giulia Ferro sia gli interventi di Anna Certa e di Duilio Pecorella. L’on. Nino Oddo ha sottolineato “la grande partecipazione di pubblico che caratterizza ormai tutti gli appuntamenti politici del PSI in provincia di Trapani, a dispetto del sentimento diffuso di antipolitica.

“ Oggi, a Mazara del Vallo- ha dichiarato Oddo - si è registrato un congresso senza precedenti, sia dal punto di vistaquantitativo che qualitativo. Alla luce delle nuove adesioni, ritengo che il Partito abbia le risorse umane per lavorare ad una candidatura, in uno schieramento progressista, di un uomo o di una donna a sindaco della città”. Oddo ha manifestazione apertura al dialogo e al confronto, sul dopo Cristaldi, con il Partito Democratico e con altre forze politiche. Al congresso erano presenti rappresentanti del PD cittadino e l’ex candidato sindaco Pino Bianco

Tra gli interventi, quello del presidente Carlo Vizzini, e del vice presidente vicario dell’Ars Antonio Venturino. “Grande apprezzamento per l’ottimo lavoro svolto sul territorio dal collega Nino Oddo che testimonia la forte presenza del Psi sia nel trapanese che in tutta la Sicilia – ha detto Venturino - e nel momento in cui si parla di antipolitica abbiamo riportato la politica quella vera al centro dell’attenzione. Stiamo crescendo in tutta la Sicilia con la sigla Psi-Pse che ho fortemente voluto all’Ars – ha aggiunto - anche per dare ai nostri giovani l’idea politica di una grande Europa unita in un momento in cui gli eventi tragici che si susseguono stanno infiammando i movimenti nazionalisti.

C’è voglia di socialismo, di un partito strutturato, organizzato con idee chiare. Noi speriamo come Psi di far passare in Assemblea regionale la legge elettorale che abbassa la soglia dal 5 al 3% in modo da presentare in futuro liste con i nostri candidati. Noi rappresentiamo la vera sinistra – ha concluso - non vogliamo essere la stampella di nessuno, ma interlocutori leali con cui affrontare le riforme indispensabili per il futuro della Sicilia”.

Questi i componenti del direttivo: Antonino Arena, Francesco Foggia, Giuseppe Angileri, Luciano Asaro, Antonio Basone, Riccardo Bianco, Vito Bonanno, Giovanni Castiglione, Anna Certa, Piero Cuccia, Giuseppe D’Aguanno, Caterina De Gaetano, Vincenzo Etiopia, Nicola Ferro, Giulia Ferro, Francesca Figlioli, Domenico Luppino, Valentina Foderà, Antonino Giametta, Giovanna Iannazzo, Filippo Mannone, Antonio Mattarella, Sergio Perrone, Alberto Quinci, Giuseppe Raia, Michele Reina, Salvatore Tumbiolo, Giuseppe Palumbo,Vito Tumbiolo.

Redazione

10/04/2016

{fshare}

In evidenza