Condannato per maltrattamenti. La Corte d’appello dichiara nulla la sentenza

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
10 Dicembre 2020 12:07
Condannato per maltrattamenti. La Corte d’appello dichiara nulla la sentenza

Vita. La Corte d’appello di Palermo, IV sezione penale, ha dichiarato nulla la sentenza in 1^ grado nei confronti del vitese G. V., originario di Salemi, come richiesto dal difensore dell’imputato l’avvocato Melchiorre Palermo. L’uomo, accusato di maltrattamenti nei confronti della madre (nello specifico di minacce aggravate, con danni a mobili e arredi dell’abitazione; continue richieste di denaro per spese futili, danneggiando anche in questo caso i mobili dell’abitazione qualora le sue richieste non venissero esaudite; aggressioni verbali e in alcuni casi anche fisiche) era stato condannato a due anni di reclusione.

Come ha spiegato l’avvocato Melchiorre Palermo, le motivazione con le quale la Corte d’appello di Palermo ha annullato la sentenza, rimandando gli atti al giudice di 1^ grado, riguardano il legittimo impedimento dell’imputato, che nel frattempo era stato sottoposto a misura cautelare. Il giudice quindi davanti l’insorgenza di questo impedimento avrebbe dovuto rinviare l’udienza. Cosa che non ha fatto. Per questo motivo la Corte d’appello ha dichiarato nulla la sentenza. Valentina Mirto

In evidenza