Consorzi di bonifica: organizzazione,questa sconosciuta

La Manzini ci racconta cosa non funziona nel consorzio di bonifica ed intanto i raccolti attendono l'irrigazione

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
07 Luglio 2021 09:20
Consorzi di bonifica: organizzazione,questa sconosciuta

Sempre più sovente noto come quando qualsiasi struttura viene commissariata, anziché "evolvere", involve. Mi chiedo se ci sono ricerche particolari per porre un Commissario, in questo caso, a capo di un Consorzio di Bonifica, nella fattispecie il Trapani 1, da cui dipendono diverse sedi periferiche: Paceco, Mazara del Vallo e Campobello di Mazara.

Devono sostenere dei concorsi per vedere in quanto lasso di tempo riescono a disorganizzare qualcosa che, pur con tutte le problematiche, funzionava suo malgrado? Tanto per sapere....O meglio come si usa dire..."Chiedo per un amico..."

Rivoluzione, spesso fa rima con disorganizzazione. Quest'anno ad alzare la Coppa è il Consorzio di Bonifica Trapani 1. Avendo qualche pianta di ulivo che ogni anno, soprattutto in estate, voglio irrigare, mi sono recentemente recata presso la sede periferica di Campobello di Mazara. A parte che nel 2021 ancora ci sono fogli bianchi volanti dove uno deve apporre il nome (prendere prenotazioni al telefono oppure online o semplicemente staccando il classico bigliettino da banco salumi dei supermercati....troppo complicato....eccheee!!!! Mica siamo su Marte!!!), col rischio che vi sia il solito furbetto che si iscrive poi se ne va e torna dopo 2 ore oppure chi infila il suo cognome tra le righe del foglio di un quaderno.....Già con questo un Commissario sarebbe da cacciare seduta stante.

La sede. Certo non si pretende una sede con mobili d'epoca (anche se quelli presenti datati lo sono eccome) ma almeno un posto dove i dipendenti possano lavorare in uffici veri (quelli di oggi sembrano più vecchi scantinati) con tranquillità e tutte le attrezzature del caso. Che abbiano un pc e magari una stampante (chissà se hanno pure la carta da mettere) non è presupposto per far lavorare le persone in maniera decente. Seconda cosa per la quale un Commissario dovrebbe essere allontanato a passi lunghi e ben distesi.

L'innovazione, al Trapani 1 è di casa! Da quest'anno chi volesse irrigare per qualche mese le proprie colture non può prenotare per l'intera stagione. Troppo facile, troppo organizzata sarebbe la cosa. Ehh da quest'anno si può prenotare entro 14-15 dal giorno dell'irrigazione per il mese successivo. Un esempio: io decido di irrigare il 14 luglio? Entro 15 giorni devo recarmi presso la sede periferica del Trapani 1 a Campobello di Mazara per prenotare per agosto e così fintanto che vorrò irrigare. Qualcosa di più demenziale no?!?

Perché magari prendere le prenotazioni per telefono e poi inviare un bollettino o richiedere un bonifico anticipato sarebbero cose che richiedono lauree particolari?

Ragion per cui, immagino che il suddetto Commissario (magari fosse una Montalbano qualsiasi) pagherà, non si pretende il soggiorno, il volo ad ogni persona che non risiedendo in Sicilia sia costretta a scendere per prenotare le irrigazioni. Se così fosse irrigo tutto l'anno!!!!! E si ha il coraggio di parlare di Terzo Mondo alludendo al Continente africano?

Elena Manzini

In evidenza