Veni, vidi, vici: Mazara Combat trionfa ai Campionati Nazionali di Grappling

Il Team mazarese trionfa a Roma con i podi di Monica Atria, Kevin Adamo e Gustavo Dos Santos

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
15 Giugno 2021 17:07
Veni, vidi, vici: Mazara Combat trionfa ai Campionati Nazionali di Grappling

L'attesa era tanta per il Campionato Italiano di Grappling e lotta a Roma il 13 giugno organizzato dalla Federazione italiana ufficiale, la FIGMMA: oltre 500 iscritti per la prima competizione ufficiale dopo il lockdown

Il Team “Mazara Combat” si è presentato con 3 atleti in gara più il suo head-coach Vito Argirò che decide nonostante non ci sia la categoria “Master over 40” di mettersi in gioco con i più giovani portando a casa una vittoria (per sottomissione) nella prima lotta ma cede il passo purtroppo sulla seconda; rimettersi i panni da atleta e sentire quell'adrenalina non ha avuto prezzo per Argirò.

Gli atleti del Team invece fanno tutti podio. La mazarese Monica Atria si laurea nonostante i pochi mesi di pratica della disciplina vice campionessa italiana, anche se per il Team ha vinto l’incontro.

Kevin Adamo, anche lui neofita della disciplina, vince la prima lotta e perde la seconda e sale sul podio con un buon terzo posto che lascia capire che il Team Mazara Combat è sulla strada giusta

Una menzione particolare per Gustavo Dos Santos che ha combattuto nelle cinture nere in una chiave che si è presentata da subito molto complessa, vince 3 lotte in scioltezza e si ritrova in finale con il grande Carlo Pedersoli che di Bud Spencer, a cui tutti starete pensando, è il nipote e che negli sport da combattimento è un top fighter da molti anni (ha militato nelle migliori promotions). Per chi segue questi sport basta dire UFC o BELLATOR, Pedersoli non ha bisogno di presentazioni e Gustavo è salito sul secondo gradino del podio… E questo vi fa capire il livello della competizione a cui ha partecipato il Team Mazara Combat (in copertina foto del Team davanti l'Altare della Patria). I migliori erano là a riprendersi la libertà di tornare a fare ciò che si ama in totale sicurezza e serenità visti i rigidi protocolli covid adottati.

“È stata una grande esperienza per il nostro Team –si legge in una nota- che nasce con la Kickboxing che ha cominciato da qualche tempo a strizzare l'occhio alle discipline di lotta a terra come il Brazilian jiu-jitsu grazie alla collaborazione con rinomate accademie brasiliane e alla presenza fissa di un coach brasiliano, Gustavo Santos competitors internazionale con un curriculum strepitoso. Siamo davvero fieri del lavoro che stiamo facendo e invitiamo tutti ma soprattutto le donne ad avvicinarsi a questa disciplina che può sembrare complicata ma che può essere non solo uno sport che ti permette di socializzare e fare agonismo ad alti livelli ma anche un ottimo strumento per difendersi e migliorare l'autostima”.

In evidenza