Il ricordo della Fildis-Mazara per il prof. Tusa: “grazie a lui i ‘Codici venuti dal mare’ custoditi nel Museo del Satiro

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
11 Marzo 2019 10:35
Il ricordo della Fildis-Mazara per il prof. Tusa: “grazie a lui i ‘Codici venuti dal mare’ custoditi nel Museo del Satiro

Liana Tumbiolo, Presidente della Fildis sezione di Mazara del Vallo in merito alla tragica scomparsa del prof. Sebastiano Tusa esprime insieme alle socie della Fildis le più sentite condoglianze alla moglie Valeria Li Vigni  ai figli e alla sorella. Archeologo subacqueo e uomo di grande disponibilità  e prestigio ineguagliabile, a Tusa va un ringraziamento  particolarmente sentito per avere accolto la richiesta di restituire  alla città  di Mazara i cosiddetti “Codici venuti  dal mare” che grazie alla collaborazione degli esperti del settore, anche agli architetti De Caro e Biondo, sono stati riportati A Mazara del Vallo, al Museo del Satiro,  il 22 marzo 2017.

I “Codici venuti dal mare” sono stati sottoposti a restauro presso l’Istituto Centrale per la Conservazione del Patrimonio Archivistico e Librario di Roma, per poi trovare dimora presso il Museo del Satiro Danzante. Gli studiosi fanno risalire le origini dei due codici intorno la seconda metà del 1700.

Sono fatti di pelle di razza e sono formati da pergamene assemblate. Avv. Liana Tumbiolo-Presidente Fildis sez. Mazara del Vallo

In evidenza