Ultime della sera: “Rapporti di non amore”

L'anti-ideologia come forma di pensiero libero

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
22 Giugno 2022 18:40
Ultime della sera: “Rapporti di non amore”

Claudia sta per sposarsi. È la sera prima del matrimonio ma sente un gran magone, una stretta nello stomaco. Non è sicura della scelta che sta per fare. Con Michele, il suo futuro marito, spesso si è sentita inadeguata, a volte triste. Ma quando le capitava di stare male con lui, le zie e le amiche le dicevano di non badarci troppo, che in un rapporto di coppia non è tutto rose e fiori.

La mamma di Claudia è morta quando lei aveva 12 anni e non le ha mai potuto dare dei consigli, ma le ha lasciato una foto preziosa. Una foto che la ritrae da bambina, scattata da una fotografa che ha sempre difeso i diritti delle donne, Letizia Battaglia. La mamma ha detto a Claudia di tenere cara quella foto e di ricordarsi di non maltrattare e non lasciarsi mai maltrattare.

Dopo una notte agitata Claudia si sposa. Sembra che stia andando tutto bene alla festa, ma al momento della torta, succede l'imprevisto. Emozionata, spinge col gomito il tavolino con la torta a tre piani, che non regge al colpo e si sfracella al suolo. Claudia è esterrefatta nel vedere distrutta la torta del suo matrimonio. Cerca lo sguardo comprensivo del marito e invece incontra due occhi rabbiosi che la guardano con disprezzo: "Cos'hai combinato cretina?"

Claudia si rifugia in bagno a piangere. Le zie e le amiche la raggiungono.

- Claudia torna di là, dai-

- Non piangere-

- Sai quante volte tuo zio....-

- Sì, anche il mio ragazzo si arrabbia sempre…-.

Claudia guarda le zie e le amiche, ma non le sente più. Prende la foto di sua mamma e la guarda:

- Non maltrattare e non farti maltrattare, mai. -

Claudia si toglie il vestito da sposa e torna a casa, da sola.

Qualcuno ancora pensa che i maltrattamenti facciano parte degli alti e bassi di un rapporto di coppia. Bisogna invece riconoscere il maltrattamento e chiamarlo col suo vero nome. La storia parla di una donna, ma succede anche agli uomini di essere maltrattati dalle loro partners. Ci sono donne prepotenti che offendono, denigrano, fanno frequenti scenate di gelosia e non accettano dal loro compagno risposte diverse dal "sì".

Spesso gli uomini subiscono queste condizioni per paura di restare soli.

Ma è sempre il coraggio a salvare da certe situazioni, il coraggio di dire: "Basta, non ci sto più".

di Josepha BILLARDELLO

La rubrica Le ultime della sera” è a cura della Redazione Amici di Penna.

Per contatti, suggerimenti, articoli e altro scrivete a: amicidipenna2020@gmail.com

In evidenza