Ultime della sera: “Dichiarazione d’amore”

Elogio della città di cui tutti siamo i custodi

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
22 Ottobre 2021 19:00
Ultime della sera: “Dichiarazione d’amore”

Ebbene sì, la amo la mia città, Mazara del Vallo, la amo profondamente e credo che, di tanto in tanto, all’alba o al tramonto o la sera bisognerebbe uscire fuori di casa per respirare il suo profumo. E’ nei momenti di maggiore quiete che se ne assapora tutta la sua bellezza. Camminare per le sue strade, guardare gli alberi, le sue chiese, il mare liberano l’anima da tutte le fatiche della quotidianità. Le luci, il silenzio, i suoi colori, i suoi sapori ma anche i rumori tutto mi è familiare della mia città, ne conosco i pregi ma anche le mancanze.

Tuttavia Mazara è la mia casa e la sua sorte mi sta a cuore. Bisognerebbe guardarla talvolta come farebbe un turista: notare le sue meraviglie ma anche le sue pecche; talvolta come un figlio per prendercene cura e renderla sempre più accogliente. Il compito di trovare le soluzioni per migliorarne il suo aspetto non riguarda solo chi l’amministra, ma anche noi. Tutti siamo i custodi della città e a tutti spetta il dovere di compiere la propria parte, ciascuno in base non solo alle competenze che mette in campo all’interno della stessa, ma soprattutto in base all’amore che proviamo per lei.

Per il semplice cittadino basta poco: evitare di danneggiare ciò che è bene comune o di sporcare, chiedere agli organi competenti interventi che possano garantire all’interno della stessa una migliore vivibilità o suggerire idee su come organizzare determinati spazi del suo territorio o aree da tempo trascurate.

Per quanto io mi possa considerare cittadina del mondo, è qui, in questa città, a Mazara del Vallo che ho sempre trovato la pace del cuore guardando il mare che lambisce le sue coste, le barche sul fiume, gli alberi secolari di villa Jolanda, le viuzze della casbah, le piazze con le loro meraviglie (la Cattedrale, il Seminario, il Palazzo Vescovile, l’Arco Normanno…). E’ qui che viene il desiderio di correre e gioire e alzare le braccia al Cielo per ringraziare Dio di così tanta Bellezza.

di Grazia GIOGLIO

La rubrica “Le ultime della sera” è a cura della Redazione Amici di Penna.

Per contatti, suggerimenti, articoli e altro scrivete a: amicidipenna2020@gmail.com

In evidenza