Bonus 2400 euro, Inps chiarisce a chi spetta, come e quando presentare domanda

Attraverso una circolare l'inps ha prorogato di un mese il termine per la presentazione delle domande

Claudia
Claudia Parrinello
22 Aprile 2021 17:03
 Bonus 2400 euro, Inps chiarisce a chi spetta, come e quando presentare domanda

Slitta dal 30 aprile al 31 Maggio il termine per la presentazione delle domande per ottenere il cosiddetto «bonus 2.400 euro», la misura prevista dal decreto Sostegni a supporto di alcune categorie lavorative colpite dall’emergenza Covid-19. La proroga di un mese esatto è stata decisa, come ha precisato l’Inps, «per consentire ai nuovi aventi diritto un sufficiente periodo di tempo per le domande». Una proroga necessaria, a fronte del protrarsi dell’attesa per l’avvio della fase di compilazione e trasmissione delle domande. Nelle scorse settimane, infatti, tantissimi nuovi aventi diritto avevano cercato di presentare la domanda incontrando non poche difficoltà. Pertanto l’Inps ha pubblicato una circolare (19 aprile 2021, n. 65) dove spiega le modalità per potervi accedere e fornisce i chiarimenti sulla presentazione della domanda e sulle categorie che possono beneficiarne.

Ricordiamo che si tratta di un sussidio una tantum per un periodo di tre mesi e complessivi 2.400 euro, rivolto, in particolare, a quei lavoratori che sono stati meno sostenuti dai precedenti provvedimenti.

Chi può fare richiesta:

i lavoratori stagionali e i lavoratori in somministrazione dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;

- i lavoratori dipendenti stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali;

- i lavoratori intermittenti;

- i lavoratori autonomi occasionali;

- i lavoratori incaricati alle vendite a domicilio;

- i lavoratori a tempo determinato dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;

- i lavoratori dello spettacolo.

L’Inps fa sapere anche che la procedura per l'acquisizione delle domande da parte di nuovi beneficiari, così come individuati dal decreto Sostegni, sarà attiva entro questa settimana sul portale Inps al termine delle necessarie fasi di adeguamento amministrativo e di sviluppo informatico.

Dovrà presentare domanda chi non ha già beneficiato delle indennità previste dal decreto Ristori-quater. Per i soggetti che avevano già richiesto il precedente bonus Covid, il pagamento della nuova tranche di aiuti è stato effettuato in automatico dall’INPS. Sono 235.000 i lavoratori che hanno già ricevuto il bonus INPS di 2.400 euro.

Come presentare la domanda:

La domanda deve essere presentata tramite la procedura telematica che verrà rilasciata dall’INPS nei prossimi giorni. Il rilascio del nuovo servizio per l’invio delle richieste verrà reso noto con apposita comunicazione sul sito dell’Istituto.

In attesa di novità, evidenziamo che la domanda INPS dovrà essere presentata tramite i consueti canali telematici messi a disposizione per i cittadini e per gli Enti di Patronato sul portale web dell’Istituto.

Le credenziali di accesso ai servizi per le nuove prestazioni sopra descritte sono attualmente le seguenti:

PIN INPS (si ricorda che l’INPS non rilascia più nuovi PIN a decorrere dal 1° ottobre 2020);

SPID di livello 2 o superiore;

Carta di identità elettronica 3.0 (CIE);

Carta nazionale dei servizi (CNS).

In alternativa al portale web, si potrà richiedere il bonus 2.400 euro tramite il servizio di Contact Center integrato, telefonando al numero verde 803 164 da rete fissa (gratuitamente) oppure al numero 06 164164 da rete mobile (a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori).

Allegati
In evidenza