Satiro danzante di Mazara del Vallo da oggi fruibile al collegio dei Gesuiti

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
20 Giugno 2015 18:09
Satiro danzante di Mazara del Vallo da oggi fruibile al collegio dei Gesuiti

“ Il Satiro Danzante di Mazara del Vallo rimane nella nostra Città e può essere ammirato nella sala delle Anfore del Collegio dei Gesuiti, che abbiamo messo a disposizione della Soprintendenza e del Museo per il periodo necessario all’attuazione degli interventi di climatizzazione ed adeguamento museale dell’ex chiesa di Sant’Egidio, già iniziati.

E’ una sede temporanea ma allestita con criterio, che completeremo con una particolare illuminazione. Ringrazio l’arch. Paola Misuraca, Soprintendente ai Beni Culturali di Trapani e l’arch. Luigi Biondo, direttore del Museo Pepoli. Questo allestimento temporaneo è anche l’occasione per far ripartire con maggiore slancio una collaborazione tra i nostri Enti, con l’obiettivo di rilanciare l’immagine e la piena fruibilità del Satiro”.

Lo ha dichiarato il Sindaco di Mazara del Vallo on. Nicola Cristaldi, introducendo questa mattina inisieme alla Soprintendente ai Beni Culturali, arch. Paola Misuraca ed al direttore del Museo Pepoli arch. Luigi Biondo, la cerimonia di apertura della temporanea sede espositiva del Satiro Danzante, al piano terra del Collegio dei Gesuiti. Presenti alla cerimonia il presidente del consiglio comunale Vito Gancitano con una rappresentanza di consiglieri, assessori, il segretario generale del Comune Antonella Marascia e tutti i dirigenti comunali.

“Grazie alla collaborazione con il Sindaco Cristaldi, che ringraziamo per avere prontamente messo a disposizione questi locali – ha dichiarato l’arch. Paola Misuraca, Soprintendente ai Beni Culturali di Trapani - diamo al Satiro una sede espositiva temporanea, necessaria per l’avvio degli interventi di adeguamento e miglioramento delle condizioni del Museo di Sant’Egidio, che sono coordinati dall’arch. Luigi Biondo, direttore del Museo Pepoli. Sono lieta – ha concluso – di questa bella sinergia istituzionale”.

Sull’avvio degli interventi al Museo di Sant’Egidio è intervenuto il direttore del Museo Pepoli, che ha ribadito il materiale inizio dei lavori di ottimizzazione a livello di fruizione e climatizzazione del Museo, grazie al finanziamento ottenuto con il Po Fers 2007-2013 di euro 400 mila. Ad eseguire gli interventi è l’impresa Nebrodi Costruzioni Generali Srl di Troina, che nell’appalto bandito dalla Soprintendenza ha offerto un ribasso del 35,7748% sull’importo a base d’asta di €173.324,22 mentre circa 226 mila euro sono a disposizione dell’Amministrazione regionale per ulteriori interventi che consentiranno di dotare l’ex chiesa di Sant’Egidio di servizi e strutture idonei ad ospitare un reperto archeologico di livello mondiale come il Satiro.

La sede temporanea del Collegio dei Gesuiti è aperta, da oggi e fino alla conclusione dei lavori a Sant’Egidio (circa 6 mesi), tutti i giorni, festivi compresi, dalle ore 9 alle ore 19,15. Non è escluso che per i mesi di luglio ed agosto, l’apertura ininterrotta possa essere prorogata fino alle ore 22.

I visitatori potranno entrare liberamente al Collegio dei Gesuiti e visitare gratuitamente gli spazi civici, mentre alla destra dell’ingresso principale è ubicata la biglietteria per l’ingresso nella Sala delle Anfore che ospita il Satiro ed altri reperti marini. Biglietteria e sala delle anfore sono gestite autonomamente da personale del Museo Pepoli in raccordo con la Soprintendenza.

(Comunicato Stampa)

20/06/2015

{fshare}

In evidenza