Riunione del Cts, proposte nuove restrizioni al governo

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
09 Marzo 2021 15:11
Riunione del Cts, proposte nuove restrizioni al governo

Si è conclusa poco fa la riunione del Comitato tecnico scientifico (Cts) per decidere sul da farsi in vista dell'incremento dei casi di positività, della diffusione delle varianti, in particolare quella inglese che si diffonde bene anche in bambini piccoli, e delle imminenti vacanze di Pasqua. Il pericolo è proprio quello che le festività pasquali possano portare ad un ulteriore aumento dei positivi, in quanto si è soliti incontrarsi con amici e parenti, facendo vanificare gli sforzi fatti in questi mesi.

Nella riunione il Cts ha proposto al Governo di rafforzare le misure restrittive nelle fasce gialle e imporre le chiusure nel fine settimana come avvenuto nel 2020 durante le vacanze natalizie. Per quanto riguarda le zone rosse è stato proposto di imporre maggiori restrizioni per limitare al massimo gli spostamenti delle persone, sul modello di Codogno, nelle aree di maggiore contagio e favorire il contact tracing così da evitare una maggiore diffusione del Covid tra le persone e ridurre il numero di casi nei prossimi giorni.

«Sulle varianti resistenti ai vaccini dobbiamo metterci in testa che serve tolleranza zero - ha dichiarato Andrea Crisanti, professore ordinario di microbiologia all'Università di Padova laddove si manifestano e c'è un focolaio, bisogna chiudere tutto, in stile Codogno, perché non possiamo permetterci che si diffondano nel paese. Significherebbe resettare l'orologio del paese un anno indietro». Per quanto riguarda la campagna vaccinale la proposta fatta dal Cts al governo è stata quella di incrementare la vaccinazione a più soggetti possibili e in tempi più brevi, spegnendo così la trasmissione del virus.

In evidenza
Ti potrebbe interessare