Migranti soccorsi in mare, rifocillati ma stamani scappati da struttura di C/da Affacciata

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
08 Settembre 2013 09:47
Migranti soccorsi in mare, rifocillati ma stamani scappati da struttura di C/da Affacciata

Trentanove migranti, tutti uomini, e probabilmente tutti tunisini, sono stati soccorsi ieri sera a circa 10 miglia dalle coste mazaresi. Intorno alle 19 alla Guardia di Finanza è pervenuto un Sos lanciato da un barcone

sul quale viaggiavano 39 migranti, probabilmente partiti dal porto tunisino di Sfax; il barcone rischiava seriamente di affondare. Ad intervenire in quanto si trattava di un evento "Sar" (s'intende la segnalazione di una imbarcazione in difficoltà e quindi la necessità di intervenire per fare "search and rescue", ricerca e soccorso) è stata la Capitaneria di Porto che ha subito fatto partire i propri mezzi che hanno trasbordato in mare i migranti, lasciando il barcone alla deriva.

I migranti sono stati portati presso il porto di Mazara, erano circa le 21, e le operazioni di sbarco e primo soccorso, grazie all'intervento delle varie forze dell'ordine, della Protezione Civile, 118 e di altre associazioni di volontari, sono durate fino alla mezzanotte.

Poi, dopo le operazioni di riconoscimento (probabile che fra di loro si nascondano anche gli scafisti), i migranti sono stati trasferiti in un padiglione del palazzetto dello sport di Contrada affacciata, struttura utilizzata come momentaneo punto di primo soccorso ed accoglienza in attesa del completamento dei locali del vicino ex mattatoio. Alcuni minuti fa si è appreso che stamani i migranti sarebbero fuggiti da quella struttura e pertanto sono scattate le operazioni di ricerca, in corso, con l'impiego di diversi mezzi e uomini delle forze dell'ordine.

08-09-2013 11,45

{fshare}

In evidenza