Mazara, muore Bianchina il cane mascotte del Centro Storico

Da anni il cane passeggiava tra le vie del centro tra chiese e turisti

Roberto
Roberto Marrone
29 Novembre 2022 19:32
Mazara, muore Bianchina il cane mascotte del Centro Storico

Se n'è andata proprio ieri pomeriggio Bianchina, il cane mascotte del Centro Storico di Mazara del Vallo. Conosciuta da tutti, turisti e cittadini, la dolce Bianchina stava giorno e notte tra le vie del centro città accompagnando da vera guida turistica i gruppi di persone in visita a Mazara oppure entrando in Aula Consiliare ad ascoltare le parole dei nostri amministratori oppure entrando in Cattedrale, dove accucciata in un angolo ascoltava la Santa Messa o ancora seduta nei corridoi del Teatro Garibaldi ad ascoltare la buona musica sempre senza abbaiare o disturbare. Nota a tutti la sua grande "umanità".

Bianchina dopo aver subito un incidente negli scorsi mesi aveva subito un intervento ed era stata presa in cura da alcune persone. Negli scorsi giorni dopo l'amputazione della sua gamba il cane non era riuscito a superare per bene l'intervento e si è anche scoperto essere stata invasa da un forte tumore. Nella giornata di ieri pomeriggio ha perso la vita lasciando a tutti il suo tenero ricordo di grande cucciolona.

Ad intervenire sulla vicenda anche Gianfranco Casale, veterinario della città ed assessore dell'amministrazione Quinci. "Oggi una intera città è affranta per la morte di Bianchina, la cagnolina che per tanti anni ha riempito di gioia i cittadini e i turisti che frequentavano il centro storico. Bianchina era diventata un simbolo dell'amore dei mazaresi verso gli animali... era proprio il cane di tutti i mazaresi. Per questo motivo oggi proporrò al Sindaco e a tutta la Giunta Comunale di dedicare il Rifugio Sanitario a lei: la casa dei cani randagi mazaresi a colei che negli anni è diventata a buon titolo la loro regina. Un segnale importante per una Mazara sempre più pet-friendly".

Questa vicenda ci fa tanto riflettere su quanto sia importante una giusta azione nei confronti dei tanti randagi presenti nel nostro territorio affinché vengano salvaguardati, presi in cura e soprattutto affinché chi di dovere possa mettere in campo iniziative, idee e proposte affinché i tanti cuccioli possano essere adottati dai cittadini mazaresi.

Roberto Marrone 

Ti piacciono i nostri articoli?

Non perderti le notizie più importanti. Ricevi una mail alle 19.00 con tutte le notizie del giorno iscrivendoti alla nostra rassegna via email.

In evidenza