Indagine inedita, con accurata analisi dell’istituto di ricerca Il Duemila per dare voce agli anziani di Mazara

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
29 Novembre 2017 09:55
Indagine inedita, con accurata analisi dell’istituto di ricerca Il Duemila per dare voce agli anziani di Mazara

Indagine inedita, con accurata analisi dell’istituto di ricerca Il Duemila per dare voce agli anziani di Mazara, per fronteggiare i loro bisogni, la loro rabbia, le loro attese, le loro istanze, per vivere meglio e bene nella città. La necessità è di superare una cattiva interpretazione della sociologia sulla vecchiaia.

A Mazara gli anziani, forse maggioranza della città ancor di più di altre città siciliane, hanno una quotidianità fragile non solo nelle giornate piovose e fredde ma anche nella calura estiva. Camminano da soli o in un piccolo gruppo in corso Umberto o al lungomare, o seduti nelle panchine di piazza Mokarta e nelle ville a mare. Vivono in disagio parte dell’ esistenza.

La solitudine degli anziani non è una malattia è invece una patologia della vita sociale. E’ un problema di grande impatto nella società civile che richiede soluzione coraggiosa e necessaria.

Questa è Mazara, c’è bisogno di coraggio civile, di cultura umanistica per una politica comunale capace di garantire coesione sociale per i cittadini della terza età. Ci vogliono risorse dell’istituzione municipale di un servizio pubblico essenziale per opportunità relazionali in modo che gli anziani possano trascorrere bene la loro vecchiaia, non come una situazione di fatalismo esistenziale ma come età di vita normale. Una vecchiaia non solo di visite mediche e di medicinali ma di opportunità culturali, ricreative di viaggi organizzati, soprattutto luoghi idonei di incontro e di comunità.

Hanno bisogno che il Comune di Mazara istituisca un fondo finanziario per avviare e gestire iniziative dirette ed idonee o in compartecipazione con le onlus, che diano forma e concretezza alle loro attese ed ai desideri di uomini, donne anziane. E’ una delle sfide della contemporaneità. L’istituzione comunale e la burocrazia diano risposte all’esigenza di assegnare in comodato d’uso locali comunali ai pensionati muratori, operai, artigiani come i pescatori che hanno due circoli in immobili di proprietà comunale.

La strategia dell’analisi de il Duemila mette in conto che le otto parrocchie,tutte, abbiano sedi dell’Azione Cattolica e degli Scout ove i giovani possano proporre le loro attese e speranze nelle riunioni confrontandosi con anziani i quali a loro volta hanno l’occasione di offrire il loro bagaglio di esperienze e riflessioni. L’attenzione de Il Duemila indica con intelligenza e saggezza le scelte giuste da adottare in modo rapido per superare la cattiva interpretazione della sociologia della vecchiaia. Questo chiedono innumerevoli famiglie con anziani.

(Comunicato Stampa)

29/11/2017

{fshare}

Designed by Freepik

In evidenza