In arrivo dalla Regione 759mila euro a Mazara per la realizzazione di lavori pubblici e opere prioritarie

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
21 Luglio 2014 09:47
In arrivo dalla Regione 759mila euro a Mazara per la realizzazione di lavori pubblici e opere prioritarie

I Comuni siciliani con popolazione superiore ai trentamila abitanti avranno a disposizione quaranta milioni di euro,

che provengono da co-finanziamenti statali e regionali sui programmi operativi europei, per la realizzazione di lavori pubblici o per la progettazione di opere prioritarie.Nei prossimi giorni infatti, l'Assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Sicilia, Domenico Torrisi, dovrebbe inviare una nota agli enti locali interessati affinché inoltrino allo stesso assessorato le richieste progettuali.

Le somme saranno assegnate proporzionalmente in base al numero degli abitanti. I Comuni con popolazione superiore a trentamila abitanti, duuque, potranno utilizzare queste risorse per migliorare la vivibilità urbana. Ma potranno spendere, ognuno la propria quota di finanziamento, soltanto in opere che siano coerenti con le competenze dell'Assessorato alle Infrastrutture. L'obiettivo dichiarato è quello di dare una boccata d'ossigeno agli enti locali, ma anche alle imprese del settore delle costruzioni edili.

Queste le somme che dovrebbero ricevere i 33 Comuni siciliani aventi diritto: Palermo, 9 milioni e 829 mila euro; Catania, 4 milioni e 380 mila euro; Messina, 3 milioni e 635 mila euro; Siracusa, un milione e 780 mila euro; Marsala, un milione 209 mila euro; Gela, 1 milioni e 134 mila; Ragusa, un milione e 47 mila; Trapani, un milione 35 mila euro; Vittoria, 934 mila euro; Caltanissetta, 925 mila euro; Agrigento, 871 mila euro; Bagheria, 814 mila euro; Modica, 812 mila euro; Acireale, 771 mila euro;Mazara del Vallo, 759 mila euro; Paternò, 717 mila euro; Misterbianco, 714 mila euro; Alcamo, 676 mila euro; Barcellona Pozzo di Gotto, 522 mila euro; Sciacca, 616 mila euro; Monreale, 578 mila euro; Caltagirone, 574 mila euro; Licata, 571 mila euro; Carini, 547 mila euro; Augusta, 541 mila euro; Canicattì, 531 mila euro; Adrano, 530 mila euro; Favara, 495 mila euro; Milazzo, 478 mila euro; Castelvetrano, 476 mila euro; Partinico, 475 mila euro; Avola, 470 mila euro; Mascalucia, 457 mila euro.

(Foto di repertorio)

21/07/14  11,45

{fshare}

In evidenza