CAMPOBELLO – Il Comune partecipa a Blue Sea Land, l’expo siciliano dei distretti agroalimentari che si terrà a partire da domani a Mazara del Vallo

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
09 Ottobre 2015 11:07
CAMPOBELLO – Il Comune partecipa a Blue Sea Land, l’expo siciliano dei distretti agroalimentari che si terrà a partire da domani a Mazara del Vallo

Il Comune di Campobello di Mazara parteciperà alla IV edizione di “Blue Sea Land”, l’expo siciliano dei distretti agroalimentari del Mediterraneo, dell’Africa e del Medio-Oriente che si terrà domani (venerdì 9 ottobre), sabato (10 ottobre) e domenica (11 ottobre) nella Kasbah di Mazara del Vallo.

La manifestazione internazionale promossa dal Distretto Produttivo della Pesca COSVAP di Mazara del Vallo sarà inaugurata domani, alle ore 17, in piazza Mokarta. Alla cerimonia di apertura, assieme alle altre autorità, sarà presente anche il sindaco Giuseppe Castiglione. Per l’intera durata della fiera, il Comune di Campobello sarà inoltre presente all’interno di uno stand istituzionale allestito in piazza Santa Veneranda, dove sarà possibile degustare prodotti tipici locali forniti da diverse aziende campobellesi.

Gli stand saranno visitabili dalle ore 17.30 sino alle 24. L’iniziativa è stata coordinata per il Comune di Campobello dal dipendente Francesco Messina con la collaborazione dei dipendenti Caterina Accardo e Giuseppe Truglio e grazie al supporto organizzativo di Daniela e Giusy Ferrante. «Ho accolto – afferma il sindaco Giuseppe Castiglione – l’invito del Distretto Produttivo della Pesca a partecipare a Blue Sea Land, perché ritengo si tratti di un’occasione molto importante per la promozione del nostro territorio.

Obiettivo quest’ultimo che la nostra Amministrazione intende perseguire con tutti i mezzi e le strategie possibili. Proprio ieri, infatti, al Castello di Salemi ho partecipato ad una importante riunione tra i sindaci del Belice durante la quale sono state gettate le basi per un accordo che prevede il coinvolgimento delle aziende locali al fine di valorizzare e di commercializzare i prodotti biologici locali».

(Comunicato Stampa)

09/10/2015

{fshare}

In evidenza