“Donna–uomo: emergenze e prospettive per riprogettare la convivenza di genere”

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
26 Novembre 2013 13:32
“Donna–uomo: emergenze e prospettive per riprogettare la convivenza di genere”

“In questa giornata dedicata alle migliaia di donne vittime di violenza, la nostra Amministrazione Comunale è lieta di patrocinare la pregevole iniziativa delle associazioni Demetra e Auser, in collaborazione con gli istituti scolastici

, nella speranza che le varie iniziative legislative e di sensibilizzazione, atte a contrastare tali fenomeni di violenza possano produrre gli effetti sperati, assicurando giustizia e protezione alle donne di tutto il mondo”.

 

Lo ha dichiarato l’Assessore comunale alla Cultura e Politiche Giovanili Danilo Di Maria, intervenendo ieri pomeriggio alla conferenza dal titolo “Donna–Uomo: Emergenze E Prospettive Per Riprogettare La Convivenza Di Genere”, svoltasi in una gremita Aula consiliare.

 

La conferenza, moderata dall’addetto stampa comunale Ettore Bruno e coordinata dalla dottoressa Anna Maria Fontana, è stata aperta con un minuto di raccoglimento in memoria delle vittime di femminicidio.

 

Gli interventi dei relatori sono stati intervallati da tre momenti artistici molto apprezzati: l’esibizione di danza della Cid Ballet sulle note di “No woman no cry” di Bob Marley; la recitazione del brano “Il Mostro” da parte di Manila Accomando dedicato a Maria Anastasi, la donna di Trapani uccisa barbaramente lo scorso anno: la recitazione, infine, della poesia “La Ballata delle Donne” di Edoardo Sanguineti, a cura di Enzo Serra.

 

Particolarmente apprezzati gli interventi dei relatori. Padre Orazio Placenti, parroco della Chiesa Maria Santissima delle Grazie di Petrosino, si è soffermato sulla particolarità del rapporto uomo donna nel cristianesimo, “unica religione che nel sacramento del matrimonio prevede la libera scelta ed un vero e proprio contratto tra un uomo ed una donna, a differenza delle altre religioni che prevedono la contrazione di un patto tra due uomini: lo sposo ed il padre della sposa”. Il presidente dell’Università Popolare dell’Età Libera, dr. Vito Ingrasciotta, ha incentrato il suo intervento sul fenomeno del femminicidio, con particolare riguardo alle iniziative legislative in Italia. La psicoterapeuta Alba Di Giorgi, promotrice della conferenza e presidentessa dell’Associazione Demetra, che coordina lo Sportello Antiviolenza di Mazara, ha relazionato su “Stereotipi Di Genere E Ruoli Forzati”.

 

La preside della scuola media Giuseppe Grassa di Mazara, dottoressa Angela Cristaldi, nel suo intervento si è soffermata sul ruolo della scuola nell’affermare la parità di genere. Il ruolo delle donne in politica e le novità normative per la rappresentanza di genere sono stati illustrati dal consigliere comunale di Mazara del Vallo dott.ssa Valeria Alestra. La docente del Liceo Scientifico “Ballatore” di Mazara dott.ssa Maria Angela Rugolo, con la collaborazione di una rappresentanza di studenti, ha infine relazionato sull’Impegno Dei Ragazzi Per Il Superamento  Della Violenza E La Carenza Delle Istituzioni.   

 

(comunicato stampa)

 

 

26-11-2013

{fshare}

In evidenza