Dalle ore 9 diretta del Consiglio comunale sul Bilancio di Previsione 2021-23

Nella seduta odierna, oltre al Bilancio, il Consiglio chiamato ad approvare il DUP. Ecco i due strumenti nel dettaglio

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
28 Aprile 2021 07:25
Dalle ore 9 diretta del Consiglio comunale sul Bilancio di Previsione 2021-23

Torna a riunirsi questa mattina, in seduta ordinaria, il Consiglio comunale di Mazara del Vallo. A partire dalle ore 9 Primapaginamazara trasmetterà sul suo canale facebook in diretta la seduta consiliare che vede due soli punti all’ordine del giorno: Approvazione Documento Unico di Programmazione (DUP) 2021-2023; Approvazione del Bilancio di Previsione per gli esercizi 2021-2023.

Il Documento Unico di Programmazione DUP, come previsto dalla normativa vigente (Artt. 151 e 170 del D.Lgs. 18 agosto 2000 n. 267) , costituisce lo strumento di guida strategica ed operativa degli enti locali e rappresenta il presupposto necessario di tutti gli altri documenti di programmazione. Si divide in due parti: una Sezione Strategica ed una Sezione Operativa. Il documento unico di programmazione approvato contiene al suo interno il programma triennale ed elenco annuale dei lavori pubblici (già approvato dal Consiglio comunale lo scorso 22 aprile); il piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari, il programma biennale di forniture e servizi, la programmazione triennale del fabbisogno del personale.

Infine il Consiglio comunale sarà chiamato ad approvare l’importante strumento finanziario per la gestione dell’Ente Comune e cioè il Bilancio di Previsione. La Giunta comunale, con con la Delibera n.41/2021 (https://servizi.comune.mazaradelvallo.tp.it/openweb/albo/albo_dettagli_full.php??tipoatto=23&id=22583 ), lo scorso 5 marzo, ha approvato lo schema del bilancio di previsione finanziario 2021-2023.

Dalla lettura del bilancio risultano invariate le aliquote Imu rispetto al 2020, mantenendo quindi anche la diminuzione dell’Imu che era stata fatta lo scorso anno, ed abbiamo mantenuto invariata l’addizionale Irpef. Per quanto riguarda sempre le aliquote Imu, questa risulterà aumentata, mediamente di circa il 40%, a partire dal 2022 (vedi PEF e piano tariffario approvato dal Consiglio comunale lo scorso 30 marzo); l’Amministrazione Quinci, attraverso l’assessore Giacomo mauro, ha motivato tale aumento: “dobbiamo purtroppo adeguarci ai nuovi criteri per il riconoscimento dei costi efficienti del servizio integrato rifiuti, che sono stati deliberati dell’Arera, l’agenzia della regolazione per energia, reti e ambientali e pertanto, nostro malgrado, si registrerà un incremento delle tariffe”

I numeri del Bilancio 2021: Per l’anno in corso il bilancio previsionale ammonta complessivamente a 114milioni 48mila 674,92 euro. Le maggiori spese previste sono quelle correnti (circa 54milioni di euro) e quelle in contro capitale (32milioni di euro); la rimanente spese riguardano i prestiti a breve termine (1milione 354mila); la chiusura anticipazioni di tesoreria (19milioni 950mila euro) e le spese conto terzi e partite di giro (circa 6milioni 700mila). Sul fronte della previsione delle entrate, quelle tributarie ed extra tributarie ammontano a circa 85milioni di euro, i trasferimenti correnti ammontano a circa 14milioni di euro, mentre altre entrate (in conto capitale, per conto terzi e con partite di giro) ammontano a circa 7milioni 800mila euro.

Francesco Mezzapelle 

In evidenza