Comune di Mazara, concorso pubblico per n.1 istruttore direttivo tecnico a tempo indeterminato e parziale part-time a 24 ore settimanali

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
23 Gennaio 2015 16:24
Comune di Mazara, concorso pubblico per n.1 istruttore direttivo tecnico a tempo indeterminato e parziale part-time a 24 ore settimanali

Determinazione del dirigente 2° settore N.303 del 30/12/2014: Concorso pubblico riservato, per titoli ed esami per la copertura di n.1 posto di “Istruttore Direttivo Tecnico ”, cat. D Posizione Economica D1 a tempo indeterminato e parziale part-time a 24 ore settimanali, ai sensi dell’art.4 commi 6 e 7 del D.L. 101/2013 convertito con modificazioni nella legge 125/2013. 

In esecuzione della deliberazione G.M. n. 96 del 27/6/2014 ad oggetto “Programma triennale delle assunzioni 2014 – 2016 e Piano occupazionale per l’anno 2014”, modificata con deliberazione G.M. n. 105 del 16/7/2014 e con deliberazione G.M. n. 145 del 20/10/2014; 

Gli aspiranti di ambo i sessi possono partecipare al concorso riservato se in possesso dei requisiti di seguito indicati alla data di scadenza per la presentazione delle domande prevista dal presente bando. I requisiti devono essere posseduti anche al momento dell’assunzione in servizio che avverrà con contratto individuale di lavoro, ad eccezione del requisito dell’età che deve essere posseduto alla data di scadenza per la presentazione delle domande.

A) TITOLO DI STUDIO: Diploma di laurea (vecchio ordinamento) in Ingegneria, Architettura o equipollente, ovvero Diploma di laurea triennale in Ingegneria, Architettura o equipollente, conseguito presso Università degli Studi statali ovvero legalmente riconosciute.Per i candidati in possesso di un titolo di studio conseguito all’estero, l’assunzione è subordinata al rilascio, da parte delle autorità competenti del provvedimento di equivalenza del titolo di studio posseduto al titolo di studio richiesto dal presente bando, così come previsto dall’art. 38 del D.Lgs. 30/03/2001, n. 165. In tal caso, il candidato deve espressamente dichiarare nella propria domanda di partecipazione di aver avviato l’iter procedurale per l’equivalenza del proprio titolo di studio, previsto dalla richiamata normativa.

B) REQUISITI DI SERVIZIO NEL PROFILO DI “ISTRUTTORE DIRETTIVO TECNICO”B1) Essere in possesso dei requisiti di cui all’art. 1, comma 558, della Legge 27 dicembre 2006, n. 296 e all’art. 3, comma 90, della legge 24 dicembre 2007, n. 244.Oppure:B2) Aver maturato alla data del 30 ottobre 2013, negli ultimi cinque anni (arco temporale che va dal 1°novembre 2008 al 30 ottobre 2013), almeno tre anni di servizio con contratto di lavoro subordinato a tempodeterminato alla dipendenze del Comune di Mazara del Vallo, con esclusione dei servizi prestati presso uffici di diretta collaborazione degli organi politici (di cui all’art. 90 del TUEELL).

C) CITTADINANZA ITALIANA. Sono equiparati ai cittadini gli italiani non appartenenti alla Repubblica ed i cittadini della Repubblica di San Marino e della Città del Vaticano.Oppure:CITTADINANZA di uno degli Stati membri dell’Unione Europea, ai sensi dell’art. 3 D.P.C.M. 174/94 “Regolamento recante norme sull’accesso dei cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea ai posti di lavoro presso le Amministrazioni Pubbliche”.

Occorre il possesso, oltre a tutti i requisiti richiesti ai cittadini italiani, del godimento dei diritti civili e politici anche nello Stato di appartenenza o di provenienza e di un’adeguata conoscenza della lingua italiana. I cittadini dell’Unione Europea sono ammessi al concorso con riserva nell’attesa del riconoscimento, ai sensi del D.Lgs. n.115/1992 e successive modifiche ed integrazioni, da parte del Ministro della Funzione Pubblica del titolo di formazione professionale acquisito in uno Stato membro dell’UE.Oppure:CITTADINANZA di Stati non membri dell’Unione Europea, ai sensi del D.Lgs.

286/1998. Occorre essere regolarmente soggiornanti sul territorio nazionale e titolari di permessi di soggiorno CE per lungo periodo o di status di rifugiato ovvero di status di protezione sussidiaria; ai sensi della Legge 97/2013 sono compresi anche i familiari di cittadini italiani o di Stati membri dell’Unione Europea o di altro Stato extracomunitario non aventi la cittadinanza che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente.Per i cittadini non italiani è richiesta un’adeguata conoscenza della lingua italiana.

D) IDONEITÀ FISICA ALL’IMPIEGO, intesa come assenza di difetti che possono influire sul rendimento in servizio e/o come possesso di ulteriori requisiti fisici in relazione al profilo professionale da rivestire.

E) ETA’: non inferiore ad anni 18. Il limite minimo di età deve essere posseduto alla data di scadenza per la presentazione delle domande.

F) OBBLIGHI DI LEVA: essere in posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva o di servizio militare per i cittadini soggetti a tale obbligo.

G) GODIMENTO DEI DIRITTI POLITICI.

H) ASSENZA DI CONDANNE PENALI O DI PROCEDIMENTI PENALI IN CORSO che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, la costituzione del rapporto di impiego con la pubblica amministrazione.

I) ELETTORATO POLITICO, DESTITUZIONE, DISPENSA, LICENZIAMENTO DALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: non possono accedere al posto coloro che siano stati esclusi dall’elettorato politico attivo e coloro che siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero siano stati dichiarati decaduti da un pubblico impiego per aver conseguito l’impiego con documento falso o nullo, o coloro che sono stati licenziati o sono stati destinatari di un provvedimento di recesso per giusta causa da parte di una pubblica amministrazione.

2) TRATTAMENTO ECONOMICO C.C.N.L. PER IL PERSONALE DIPENDENTE REGIONI – ENTI LOCALI Al posto in oggetto viene riconosciuto il trattamento economico e giuridico della categoria D1, pari ad uno stipendio tabellare annuo rapportato al part-time (24h settimanali) di € 15.287,07, comprensivo di tredicesima mensilità, oltre all’indennità di comparto e agli altri assegni, in quanto dovuti, nella misura fissata dal CCNL e dalla Legge.

3) DOMANDA DI PARTECIPAZIONE – MODALITA’ E TERMINILa domanda di ammissione al concorso, redatta preferibilmente sul modulo Allegato A al bando di concorso, in carta libera, firmata dagli aspiranti di proprio pugno senza ulteriori formalità, dovrà essere inviata al seguente indirizzo: Comune di Mazara del Vallo, Ufficio protocollo generale, Via Carmine, 91026, Mazara del Vallo (TP), specificando sulla busta la seguente dicitura: “Domanda di partecipazione al concorso riservato per Istruttore Direttivo Tecnico”.

Sul retro della busta il concorrente deve apporre il proprio nome, cognome ed indirizzo La domanda dovrà essere inviata entro e non oltre il termine perentorio di 30 giorni dalla pubblicazione dell’avviso sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana, Serie speciale concorsi, pena l’esclusione, con una delle seguenti modalità:- raccomandata postale con ricevuta di ritorno;- Posta Elettronica Certificata (PEC): il candidato potrà inviare dalla propria PEC a quella del Comune diMazara del Vallo (protocollo@pec.comune.mazaradelvallo.tp.it) la domanda in formato PDF con allegata lafotocopia, sempre in formato PDF, di un documento di identità.

E’ onere del candidato verificare che la PEC sia stata consegnata nella casella di destinazione. L’inoltro telematico della domanda in modalità diverse non sarà ritenuto valido.- direttamente all'Ufficio protocollo dell'Ente, nell'orario d'ufficio dello stesso normalmente osservato. I concorrenti che si avvalgono di questa modalità di presentazione producono all'Ufficio predetto una copia aggiuntiva della domanda, in carta libera, sulla quale l'Ufficio stesso appone il bollo di arrivo all'Ente, ad attestazione della data di presentazione.Nel caso che il termine ultimo coincida con un giorno festivo, lo stesso s’intende automaticamente prorogato al primo giorno feriale immediatamente successivo.La data di spedizione della domanda è stabilita e comprovata dal timbro a data dell’ufficio postale accettante o, in caso di presentazione diretta all’Amministrazione, dal timbro dell’Ufficio Protocollo Generale del Comune di Mazara del Vallo.L’Amministrazione non assume responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatta indicazione del recapito da parte del concorrente oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore (art 4, comma 4, D.P.R.

487/1994).

4) DICHIARAZIONI CHE DEVONO ESSERE CONTENUTE NELLA DOMANDANella domanda di partecipazione, di cui si allega il modulo (Allegato A), gli aspiranti, ai fini dell’ammissione, devono dichiarare, ai sensi degli artt. 46-47 D.P.R. 445/00, sotto la propria personale responsabilità, consapevoli delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del medesimo D.P.R. nell’ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci, uso o esibizione di atti falsi contenenti dati non più rispondenti a verità, quanto segue:• il cognome e il nome;• la data e luogo di nascita;• la residenza anagrafica;• il possesso della cittadinanza;• l’iscrizione nelle liste elettorali del Comune di residenza, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;• le eventuali condanne penali o di procedimenti penali in corso che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, la costituzione del rapporto di impiego con la pubblica amministrazione, indicando la data della decisione, l’Autorità che l’ha emessa ed il reato commesso;• la posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva o di servizio militare (per i cittadini soggetti a tale obbligo);• il possesso del titolo di studio richiesto con l’indicazione della data in cui è stato conseguito, dell’Istituto che lo ha rilasciato e della votazione riportata;• il possesso dei requisiti di servizio nel profilo di Istruttore direttivo tecnico richiesti al punto 1) dei “Requisitiper l’ammissione” lettere B1) o B2);• di non essere stato escluso dall’elettorato politico attivo e di non essere stato destituito, dispensato dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento o dichiarato decaduto dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione, ai sensi delle norme vigenti e di non essere stato licenziato o essere stato destinatario di un provvedimento di recesso per giusta causa da parte di una Pubblica Amministrazione;• l’eventuale appartenenza ad una delle categorie che nei pubblici concorsi hanno preferenza a parità di merito e a parità di titoli, elencate: nel D.P.R.

487/94 art. 5 così come modificato dal D.P.R. 693/96; nell’art.3, comma 7, L. 127/97 così come modificato dall’art. 2, comma 9, L. 191/98;• il recapito presso il quale dovranno essere fatte pervenire le comunicazioni relative al concorso e l’impegno a comunicare le eventuali successive variazioni;• il numero di codice fiscale;• il recapito telefonico, eventuale indirizzo e-mail ed indirizzo PEC;• la lingua straniera scelta dal candidato ai fini dell’accertamento della relativa conoscenza.Tutte le suddette dichiarazioni devono essere rese in modo esplicito; la dichiarazione generica del possesso dei requisiti sopraindicati non è ritenuta valida.Nella domanda di partecipazione i candidati portatori di handicap dovranno specificare l’eventuale ausilio necessario in sede di prova, nonché l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi ai sensi dell’art.

20 della L.104/92; il concorrente dovrà documentare il diritto di avvalersi dei predetti benefici ai sensi della L. 104/92 mediante produzione di certificazione rilasciata dall’A.S.P. di competenza (cfr. D.P.R. 445/00, art. 49).Ai sensi dell’art. 39 del D.P.R. 445/00, la firma in calce alla domanda non dovrà essere autenticata.

Alla domanda devono essere allegate:1) Copia non autenticata di un documento di identità in corso di validità;2) Titoli di studio, professionali e di servizio, presentati in originale o mediante copia autenticata ovvero mediante autocertificazione;3) Elenco in duplice copia dei titoli di cui al punto 2).4) Curriculum vitae et studiorum in formato europeo.5) L’attestazione dell’avvenuto pagamento – nei termini – di € 10,00 per tassa di partecipazione al concorso pubblico di “Istruttore Direttivo Tecnico” , da effettuare con bollettino postale intestato al Comune di Mazara del Vallo – Servizio Tesoreria – in conto corrente n. 12490918 e completato con tutti i dati richiesti ed indicando nella causale: “capitolo d’entrata 281 – tassa concorso”.

5) CAUSE DI ESCLUSIONE DAL CONCORSOComportano l’esclusione dal concorso:1) la mancanza o l’assoluta indeterminatezza degli elementi della domanda e/o la sua sottoscrizione.2) il mancato versamento della tassa di concorso di € 10,00.3) la presentazione/spedizione della domanda dopo la scadenza del termine.

6) TITOLI VALUTABILI DA INDICARE E/O ALLEGARE ALLA DOMANDA Titoli di studio4. Titolo di studio richiesto per l'ammissione al concorso;5. Ulteriore/i titolo/i di studio di livello pari a quello richiesto per l'ammissione.

Titoli professionali:- titoli di specializzazione, di perfezionamento o abilitazione professionale conseguiti presso enti dello Stato o della Regione o legalmente riconosciuti;- pubblicazioni a stampa regolarmente registrate ed attinenti all'attività del Comune.

Titoli di servizio:- Servizio prestato presso pubbliche Amministrazioni con contratto a tempo determinato ovvero a tempo indeterminato, nella stessa categoria del posto da ricoprire ovveronella categoria immediatamente inferiore; il servizio militare è valutato come se fossestato prestato nella categoria corrispondente a quella del posto messo a concorso.- Servizio prestato con contratto di lavoro a termine presso il Comune di Mazara del Vallo, per un periodo di almeno 12 mesi, anche non continuativi, nel profilo di “istruttore direttivo tecnico” (art.

7, comma 14, del contratto collettivo nazionale di lavoro per il personale del comparto delle regioni e delle autonomie locali successivo a quello dell’1.4.1999). Incarichi effettivamente svolti e senza demerito, con contenuto attinente ai compiti propri del posto per cui si concorre ed attribuiti con provvedimento formale del competente organo.

I titoli che il candidato intende farsi valutare possono essere allegati alla domanda di partecipazione in originale o copia autenticata ai sensi di legge ovvero in copia fotostatica con unita dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi dell’art. 19 del D.P.R. 445/00 che attesti che è conforme all’originale.In alternativa il candidato può produrre una dichiarazione sostitutiva della normale certificazione, ai sensi dell’art. 46 del citato decreto 445/2000.I servizi prestati alle dipendenze del Comune di Mazara del Vallo che il candidato intende farsi valutare dovranno essere espressamente indicati nella domanda; la certificazione relativa al servizio verrà prodotta d’ufficio successivamente e sarà inserita nell’istanza di partecipazione.

7) CRITERI DI VALUTAZIONE DEI TITOLI A) TITOLI DI STUDIO (MAX 16 PUNTI):- Titolo di studio richiesto per l'ammissione al concorso i cui punti saranno distribuiti con il sistema rigorosamente proporzionale al voto finale riportato (max 12 punti);-  Ulteriore/i titolo/i di studio di livello pari (1 punto per ciascun titolo fino ad un max 4 punti).

B) TITOLI PROFESSIONALI (MAX 12 PUNTI):a) titoli di specializzazione, di perfezionamento o abilitazione professionale conseguiti presso enti dello Stato o della Regione o legalmente riconosciuti (punti 2 per ciascun titolo fino a max 8 punti);b) pubblicazioni a stampa regolarmente registrate ed attinenti all'attività del Comune (punti 1 per ciascuna pubblicazione fino a max 4 punti);

C) TITOLI DI SERVIZIO (MAX 12 PUNTI):a) Saranno attribuiti 0,20 punti per ciascun mese di servizio nella categoria corrispondente prestato presso pubbliche Amministrazioni fino ad un max di 6 punti. In caso di servizio reso nella categoriaimmediatamente inferiore, il punteggio è ridotto alla metà;b) Ai sensi dell’art. 7, comma 14, del contratto collettivo nazionale di lavoro per il personale del comparto delle regioni e delle autonomie locali successivo a quello dell’1.4.1999, i periodi di assunzione con contratto di lavoro a termine presso il Comune di Mazara del Vallo, per un periodo di almeno 12 mesi, anche non continuativi, nell’ambito delle selezioni pubbliche disposte dallo stesso ente per la copertura di posti vacanti di profilo e categoria identici a quelli per i quali è stato sottoscritto il contratto a termine sono valutati 0,10 punti per ciascun mese, fino ad un max di 4 punti.c) Incarichi effettivamente svolti e senza demerito, con contenuto attinente ai compiti propri del posto per cui si concorre ed attribuiti con provvedimento formale del competente organo: punti 0,50 per ciascun incarico fino ad un max di 2 punti.

8) SVOLGIMENTO DEL CONCORSOLo svolgimento dell’istruttoria è curato, come da Regolamento sull’ordinamento generale degli uffici e dei servizi, Parte II “Disciplina delle modalità di assunzione e procedure concorsuali”, dal II Settore “Gestione delle risorse”, Servizio risorse umane.Il concorso si svolgerà secondo la procedura di seguito indicata:• Il Servizio risorse umane procederà all’ammissione dei candidati alle prove d’esame di cui al successivo punto 9) “PROVE D’ESAME”, previa verifica della regolarità della domanda di partecipazione.• L’avviso per la presentazione alla prova scritta verrà inviato ai candidati ammessi con raccomandataA.R.

o PEC almeno 20 giorni prima di quello in cui debbono sostenerla.• L’avviso per la presentazione alla prova orale verrà inviato ai candidati ammessi con raccomandataA.R. o PEC almeno 20 giorni prima di quello in cui debbono sostenerla.

9) PROVE D’ESAMELe prove d’esame verteranno nelle materie indicate al successivo punto 10) “Programmi d’esame” e sonocostituite da una prova scritta ed una prova orale alla quale accederanno i concorrenti che avranno riportato nella prova scritta una votazione non inferiore a 21/30; la prova orale si intende superata con il conseguimento di un punteggio non inferiore a 21/30. Il punteggio finale delle prove d’esame è dato dalla somma del voto conseguito nella prova scritta e della votazione conseguita nella prova orale.La votazione complessiva è determinata sommando al punteggio finale delle prove d’esame il voto conseguito nella valutazione dei titoli.Per sostenere tutte le prove d’esame i candidati dovranno presentare idoneo documento di riconoscimento munito di fotografia.

10) PROGRAMMA D’ESAMEA) Prova scritta:La prova scritta consisterà in una serie di quesiti a risposta multipla, con un minimo di tre e un massimo dicinque alternative di risposta tra le quali il concorrente deve scegliere quella esatta in un tempo prestabilito, sulle seguenti materie:- Nozioni sull’Ordinamento amministrativo enti locali (TUEELL 267/2000) per la parte applicabile nellaRegione Siciliana- Nozioni sull’Ordinamento amministrativo enti locali della Regione siciliana- Norme regionali in materia di lavori pubblici, edilizia ed urbanistica- Nozioni sui contratti pubblici (D.

Lgs 163/2006 e successive modifiche ed integrazioni)- Contenuti della professionalità e della prassi attinente l’istruttore direttivo tecnico comunaleB) Prova orale:La prova orale verterà sulle seguenti materie: Approfondimento delle materie previste nella prova scritta Nozioni sul rapporto di lavoro del personale degli Enti LocaliAccertamento della conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuseAccertamento della conoscenza di una lingua straniera a scelta del candidato

11) GRADUATORIEI concorrenti che abbiano superato la prova orale, dovranno far pervenire, entro il termine di giorni 15 decorrenti dal giorno successivo a quello in cui hanno sostenuto il colloquio, i documenti redatti nelle apposite forme di cui al D.P.R. n. 445/00 artt. 19, 46 e 47, attestanti il possesso dei titoli di preferenza, già indicati nella domanda, dai quali risulti, altresì, il possesso dei requisiti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di ammissione al concorso.I documenti si considerano prodotti in tempo utile, anche se spediti a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, entro il termine suindicato.

A tal fine fa fede il timbro a data dell’ufficio postale accettante. Si applicano comunque anche per questa fattispecie le regole stabilite dall’art. 4, comma 4, D.P.R. 487/94 e richiamate al punto 3) “Domanda di partecipazione – modalità e termini”.La graduatoria di merito è formata secondo l’ordine della votazione complessiva attribuita a ciascun candidato, con l’osservanza, a parità di punti, delle preferenze previste dall’art.

5 D.P.R. 487/94 e successive modifiche ed integrazioni.La graduatoria finale di merito sarà pubblicata all’Albo Pretorio on-line del Comune e sul sito istituzionale www.comune.mazaradelvallo.tp.it e avranno validità triennale dalla data di pubblicazione all’Albo Pretorio salvo diverse disposizioni previste dalla legislazione vigente.

12) ASSUNZIONEL’assunzione nel profilo di “Istruttore direttivo tecnico”, cat. “D1” verrà effettuata per la copertura del posto messo a concorso, al candidato collocato al primo posto della graduatoria, compatibilmente con quanto consentito dalla legislazione vigente al momento delle assunzioni e dalle disponibilità finanziarie del bilancio comunale.Il concorrente da assumere sarà tenuto a regolarizzare/presentare (ai sensi della vigente normativa) tutti i documenti necessari e quant’altro richiesto a termini di Regolamento prima della firma del contratto individuale.L’Amministrazione sottopone a visita medica, a cura del competente Organo sanitario, prima dell'assunzione nel profilo, il concorrente risultato idoneo, per l’accertamento dei necessari requisiti fisici alle mansioni da svolgere.L’Amministrazione è tenuta a procedere a idonei controlli, anche a campione, sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive di certificazione/atto di notorietà ai sensi dell’art.

71 del D.P.R. 445/00.La partecipazione al concorso obbliga i concorrenti all’accettazione incondizionata delle disposizioni contenute nel presente bando e di quanto disposto dal vigente C.C.N.L..

13) TUTELA DELLA PRIVACYTutti i dati personali trasmessi dai candidati con la domanda di partecipazione al concorso, ai sensi dell’art.13 del D.Lgs. 196/03, saranno trattati mediante una banca dati automatizzata esclusivamente per le finalità di gestione della presente procedura e degli eventuali procedimenti connessi. I candidati sono chiamati a fornire tali dati obbligatoriamente anche ai fini dell’ammissione al concorso, pena l’esclusione.

Le medesime informazioni possono essere comunicate unicamente alle Amministrazioni Pubbliche o persone giuridiche direttamente interessate allo svolgimento del concorso o alla posizione giuridico economica del candidato. L’interessato gode dei diritti di cui all’art. 7 del D.Lgs. 196/03. Il responsabile del trattamento dei dati è individuato nel responsabile di accesso agli atti.14) NORME DI RINVIOPer quanto non espresso si rinvia al D.P.R. 487/94, al D.P.R.

445/00, al D.Lgs. 165/01 e al Regolamento sull’ordinamento generale degli uffici e dei servizi.Il Comune di Mazara del Vallo si riserva la facoltà di revocare, sospendere o prorogare il concorso.15) UFFICI DI DISTRIBUZIONE DEL BANDO DI CONCORSO E INFORMAZIONIIl bando è visionabile e scaricabile dall’Albo pretorio on-line sul sito istituzionale www.comune.mazaradelvallo.tp.itCopia del bando può essere ritirata presso l’URP – Ufficio per le relazioni con il pubblico, Palazzo di Città, via Carmine, Piano terra – 0923 671429Per informazioni sul bando e sullo stato del procedimento: dott.ssa Maria Antonietta Provenzano,Responsabile Servizio Risorse Umane, presso il II Settore, Largo Badiella, ex S.

Agnese. Tel.: 0923 671111;e-mail: antonietta.provenzano@comune.mazaradelvallo.tp.it16) ACCESSO AGLI ATTIAi sensi della L. 241/90 e successive modifiche e integrazioni si precisa che l’accesso agli atti è garantito dalla dott.ssa Maria Antonietta Provenzano, Responsabile Servizio Risorse Umane, presso il II Settore, Largo Badiella, ex S. Agnese: 0923 671111

(in foto dott.ssa Maria Stella Marino, Dirigente del II Settore)

Francesco Mezzapelle

23-01-2015 17,15

{fshare}

In evidenza