Capitaneria di Porto di Mazara del Vallo, Operazione “Mare Sicuro 2015”

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
18 Giugno 2015 10:35
Capitaneria di Porto di Mazara del Vallo, Operazione “Mare Sicuro 2015”

In vista dell’imminente inizio della stagione estiva ed in analogia a quanto messo in atto negli anni precedenti, la Capitaneria di Porto di Mazara del Vallo svolgerà quotidianamente la propria azione operativa per imprimere il massimo impulso possibile a tutte quelle misure preventive, di vigilanza e di controllo volte a garantire la sicurezza di tutti coloro che si avvicinano alle attività connesse con il mare, allo scopo, soprattutto, di prevenire, per quanto possibile, incidenti e disgrazie. e di fornire un’adeguata risposta alle crescenti esigenze dell’utenza del mare.

Per fornire un’adeguata risposta alle crescenti esigenze dell’utenza del mare e garantire la sicurezza dei tantissimi bagnanti che affolleranno le nostre spiagge, durante l’intero periodo sarà assicurata la sorveglianza delle coste e degli specchi acquei di giurisdizione mediante l’azione costante e dinamica di mezzi terrestri, di tre unità navali e di due battelli minori (gommoni). L’operazione, dall’enorme valore, denominata “MARE SICURO ” si articolerà in DUE fasi.

La fase preparatoria, già iniziata i primi di giugno scorso e che si protrarrà fino al 21 giugno p.v., è stata caratterizzata da una capillare attività di prevenzione e di informazione, già intrapresa durante il passato inverno mediante il richiamo dell’attenzione di Comuni/Enti, organizzazioni, operatori ed utenti del mare sulle disposizioni contenute nell’Ordinanza di Sicurezza Balneare n.07/15 datata 30 Aprile 2015 come la disciplina delle attività balneari, la materia della sicurezza della navigazione in special modo della nautica da diporto, il rispetto dell’ambiente con particolare riferimento all’ecosistema marino e su come vivere il mare in maniera corretta e sicura.

re altamente frequentate, sarà eseguita una continua ed intensa attività di controllo lungo il litorale e nelle acque di giurisdizione, assicurando – con la presenza giornaliera in mare e sulle coste di uomini (circa10) e mezzi navali (2) - l’immediata disponibilità per le emergenze riguardanti in special modo la tutela della pubblica incolumità.

Il principale obiettivo da perseguire sarà quello di salvaguardare la vita umana in mare e l’ordinato svolgimento delle attività di balneazione e di turismo nautico scoraggiando quei comportamenti irresponsabili che sono spesso causa di spiacevoli episodi.

Il testo integrale della predetta Ordinanza e più ampie informazioni/suggerimenti/consigli in ordine alla migliore e più tranquilla fruizione delle spiagge e del mare possono essere acquisiti consultato il sito www.guardiacostiera.it/mazaradelvallo

“SEGNALAZIONI DI EMERGENZE IN MARE”.

Tutte le eventuali EMERGENZE potranno essere – 24 ORE SU 24 - immediatamente segnalate VIA RADIO [VHF/FM] CANALE 16 ed alle seguenti utenze telefoniche:1530 (NUMERO BLU):può essere composto liberamente da telefonia fissa o da telefonia mobile: risponderanno le Centrali Operative rispettivamente della Capitaneria di Porto di Trapani o del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto che provvederanno ad informare immediatamente la Capitaneria di Porto di Mazara del Vallo dell’evento segnalato;

 0923/948908che consente un contatto diretto con la Sala Operativa della Capitaneria di Porto di Mazara del Vallo.

 0923/672111- 0923/946388 - 0923/946471,che consentono contatti diretti con la Capitaneria di Porto di Mazara del Vallo.

Con l’occasione si raccomanda la necessità di evitare che le richieste di intervento per emergenze in mare o sugli arenili vengano “filtrate” attraverso numeri di emergenza di altre amministrazioni dello Stato il che potrebbe compromettere l’efficacia di una tempestiva risposta alle situazioni di pericolo.

Durante la seconda fase esecutiva (dal 22 giugno all’13 settembre), nelle giornate, nei periodi, nelle ore di maggiore afflusso e sulle spiagge libere altamente frequentate, sarà messa in atto per un corretto svolgimento dell’Operazione, una continua ed intensa attività di controllo lungo il litorale e nelle acque di giurisdizione, assicurando delle vere e proprie ronde – con la presenza giornaliera in mare e sulle coste di uomini (circa 10) e mezzi navali (2) – nonché l’immediata disponibilità degli “angeli del mare” per le emergenze riguardanti in special modo la tutela della pubblica incolumità.

Il principale obiettivo da perseguire sarà quello di salvaguardare la vita umana in mare e l’ordinato svolgimento delle attività di balneazione e di turismo nautico scoraggiando quei comportamenti irresponsabili che sono spesso causa di spiacevoli episodi.

Specie nei giorni di massiccia presenza di bagnanti sugli arenili – fine settimana e a cavallo di ferragosto – si manterrà, inoltre, particolarmente alto il “livello di guardia”.

Il testo integrale ed aggiornato della predetta Ordinanza e più ampie informazioni/suggerimenti/consigli in ordine alla migliore e più tranquilla fruizione delle spiagge e del mare possono essere acquisiti consultato il sito www.guardiacostiera.it/mazaradelvallo

“SEGNALAZIONI DI EMERGENZE IN MARE”.

Tutte le eventuali EMERGENZE potranno essere – 24 ORE SU 24 - immediatamente segnalate VIA RADIO [VHF/FM] CANALE 16 ed alle seguenti utenze telefoniche: USARE PRUDENZA IN MARE ED IN CASO DI DIFFICOLTA’ CHIAMARE IL 1530 (NUMERO BLU):può essere composto liberamente da telefonia fissa o da telefonia mobile: risponderanno le Centrali Operative rispettivamente della Capitaneria di Porto di Trapani o del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto che provvederanno ad informare immediatamente la Capitaneria di Porto di Mazara del Vallo dell’evento segnalato;

 0923/948908che consente un contatto diretto con la Sala Operativa della Capitaneria di Porto di Mazara del Vallo.

 0923/672111- 0923/946388 - 0923/946471,che consentono contatti diretti con la Capitaneria di Porto di Mazara del Vallo.

Una raccomandazione particolare viene rivolta ai genitori, riguardo l’obbligo di vigilare costantemente sui propri figli minorenni al fine di evitare spiacevoli conseguenze quali bambini dispersi sugli arenili affollati per mancanza di corretta vigilanza.

In ultimo, qualora vengano individuati sulla spiaggia o sul fondo marino strani oggetti metallici, bisogna informare immediatamente l’Autorità Marittima, potrebbero essere pericolosi residuati bellici, non toccare assolutamente tali oggetti.

Con l’occasione si rappresenta la necessità di evitare che le richieste di intervento per emergenze in mare o sugli arenili vengano “filtrate” attraverso numeri di emergenza di altre amministrazioni dello Stato il che potrebbe compromettere l’efficacia di una tempestiva risposta alle situazioni di pericolo…. “perché in casi di emergenza non c’è tempo da perdere”.

[in foto; da sx luogotenente Gaspare Reina (capo sala operativa); capitano di corvetta Dario Riccobono; tenente di vascello Roberto Favilla (capo servizio operativo) ]

In evidenza