Basolato nel centro storico in pessime condizioni, La Grutta (M5S) interroga l’Amministrazione Cristaldi

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
04 Aprile 2016 02:19
Basolato nel centro storico in pessime condizioni, La Grutta (M5S) interroga l’Amministrazione Cristaldi

Più volte la nostra redazione ha sottolineato, a seguito di incidenti a cittadini, la pericolosità di alcuni tratti dissestati del basolato di marmo che ricopre un’area estesa del centro storico che va da piazza Mokarta, passando per piazza Repubblica e piazza Plebiscito, per non parlare dell’area compresa fra la villa Jolanda e la Cattedrale (un tratto del basolato che presenta un avvallamento pericoloso forse causato dalle radici dei ficus centenari).

Più volte abbiamo raccontato di incidenti soprattutto a danni di anziani costrette con il 118 a recarsi in ospedale per le dovute cure.

Lo scorso 19 marzo avevamo parlato del ferimento di signora perchè inciampata in una delle istallazioni metalliche paraluce (vedi foto n.2) installate nel basolato di piazza della Repubblica. Sulla pericolosità di queste installazioni e del "basolato-killer" ci siamo più volte chiesti come mai nessuno degli "amministratori" della Città se ne fosse occupato. Servirebbe un intervento.

Adesso ad intervenire sulla questione è il consigliere comunale del M5S, Nicola La Grutta, che ha presentato un interrogazione all'Amministrazione Cristaldi sulla problematica corredandola di foto (vedi foto 1,2,3). Ecco il testo dell'interrogazione di La Grutta:

Ill. Sindaco Città di Mazara del ValloIll. Presidente del Consiglio Città di Mazara del ValloE p.c. al Dirigente del 3° Settore LL.PP.

Interrogazione

Ripristino di condizioni di sicurezzanelle piazze principali, nel centro storico e villa Jolanda

Con la presente,

il sottoscritto Nicolò La Grutta, Consigliere comunale del Movimento 5 Stelle,in virtù dell’art. 25 del vigente “regolamento sui lavori del Consiglio comunale”,

PREMESSO checertamente è intendimento di codesta amministrazione adoperarsi al fine di rendere sicure e fruibili le varie vie e piazze cittadine;

CONSIDERATO- che già da diverso tempo si sono riscontrate criticità e pericoli a causa delle cattive condizioni del basolato presente in varie zone del centro storico, soprattutto in piazza Mokarta, piazza della Repubblica, piazza Plebiscito, via Santa Teresa, via Girolamo Sansone, piazza Immacolata, piazza Chinea, via Conte Ruggero, via Nicolò Tortorici, via Carmine, via San Giovanni, piazza Ettore Ditta, via San Nicolò Regale;

- che anche la villa Jolanda e i marciapiedi attorno alla stessa presentano numerosi e vistosi avvallamenti e disconnessioni, e, pertanto, vi si riscontrano effettivamente e concretamente condizioni di rischio per la pubblica incolumità;

CONSIDERATOche, da segnalazioni pervenute, si sono riscontrate sporgenze dovute a tasselli espansivi che fuoriescono dal basolato, su cui diversi cittadini sono inciampati rovinando a terra;

CONSIDERATOche di recente in piazza della Repubblica si è verificato un incidente ai danni di una signora, la quale è scivolata sopra la copertura in metallo di uno dei fari posti per terra nella stessa piazza;

VISTOl’art. 2051 c.c., relativo alla responsabilità per danni cagionati da cose in custodia, applicato alle pubbliche amministrazioni e in ispecie ai comuni, con particolare riguardo ai danni da insidia stradale;VISTIgli art. 175 e 176 del D.P.R. 207/2010TUTTO CIO’ PREMESSO E CONSIDERATO,Interroga la S.V.per sapere quali azioni ha intrapreso o intende intraprendere al fine di garantire la sicurezza dei cittadini che percorrono le vie e le piazze in oggetto, le quali sono frequentate quotidianamente sia per la presenza di beni e monumenti storici, chiese, musei, che per la presenza di sedi di uffici comunali, di scuole, ma anche di varie attività commerciali.Si chiede, altresì, che venga predisposto ed effettuato apposito sopralluogo dai tecnici comunali competenti per verificare lo stato dell’arte al fine di poter, eventualmente, intervenire, ove necessario con il presupposto della somma urgenza.Quanto sopra al fine di salvaguardare l’incolumità pubblica e limitare anche le richieste di risarcimento danni da parte dei cittadini.Chiedo che mi venga data risposta scritta ed urgente in ossequio alle tempistiche previste dal vigente Regolamento del Consiglio comunale senza alcuna omissione.

Francesco Mezzapelle

04-04-2016

{fshare}

   

In evidenza