Anche il Movimento Sociale F.T. Interviene su vicenda operai Belice Ambiente.

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
26 Marzo 2016 14:16
Anche il Movimento Sociale F.T. Interviene su vicenda operai Belice Ambiente.

Una vicenda ormai che và avanti da diversi mesi senza certezze, senza stipendi e senza nessun tipo di aiuto. E’ quello in cui ormai da tempo vivono i dipendenti della Ato Belice Ambiente S.p.A. I lavoratori sono stati “sospesi” dalla curatela fallimentare, dopo che la società per la quale prestavano servizio accusava problemi di mobilita'economica, e a tutt’oggi non ricevono alcun tipo di retribuzione, senza poter peraltro accedere ad alcun tipo di ammortizzatore sociale.La protesta dei lavoratori - dichiara il Segretario locale del MSFT di Mazara del Vallo Andrea De Simone - va sostenuta e condivisa.Si parla di 70 - 100 famiglie nel Comune di Mazara del Vallo che stanno vivendo momenti difficili, e più di 300 famiglie circa, nell’intera provincia.

La protesta dei lavoratori concentratasi a Mazara del Vallo occupando l’aula consiliare continuerà ad oltranza anche per le festivita’di pasqua chiedendo certezze stabilita’ed i mancati pagamenti degli stipendi arretrati.I lavoratori della Belice Ambiente, sentiti dallo stesso De Simone, hanno esposto le proprie difficoltà ed amarezze condividendo delle scelte ed analizzando l’attuale situazione precaria dei lavoratori.Questa vicenda – conclude il Segretario Provinciale MSFT Francesco Messina - è l’ennesima dimostrazione che la gestione dei rifiuti non è interesse pubblico, ma di pochi, sicuramente non dei cittadini che si ritrovano a vivere in città sempre più sporche, e neanche dei lavoratori, ormai abbandonati a loro stessi o, peggio, collocati in un limbo dal quale non possono neanche accedere agli ammortizzatori sociali previsti per tutti i lavoratori di aziende in crisi.Nel momento in cui questo governo, sempre presente nel fare gli interessi dei più forti, si farà da parte per far spazio a chi intende per prima cosa tutelare i cittadini e le fasce più deboli della società, non sarà mai troppo vicino”.Il MSFT si impegnerà a monitorare la situazione, sollecitando costantemente l’assessorato regionale affinché garantisca il regolare pagamento degli stipendio oltre che il futuro occupazionale.In assenza di un intervento risolutivo da parte della Regione, il MSFT si riserverà di programmare iniziative di lotta.

Comunicato stampa

26/03/2016

{fshare}

In evidenza