Ad Agropoli si sperimenteranno le tecniche per il trattamento della Posidonia, all’evento di presentazione del progetto il Sindaco Errante

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
25 Settembre 2016 15:06
Ad Agropoli si sperimenteranno le tecniche per il trattamento della Posidonia, all’evento di presentazione del progetto il Sindaco Errante

Il Sindaco della città di Castelvetrano Selinunte, Avv. Felice Jr. Errante, ha partecipato ieri ai lavori del convegno sulla posidonia spiaggiata ed i residui spiaggiati, tenutosi venerdì presso l’aula consiliare del Municipio di Agropoli, in provincia di Salerno.

L’evento, organizzato dall’azienda Tecoma Drying Technology di Maranello, con la collaborazione di Legambiente Campania e del comune di Agropoli, è il naturale proseguimento del progetto Medcot, per la valorizzazione della posidonia spiaggiata e per il recupero dei litorali costieri che si è tenuto in questi ultimi anni tra Castelvetrano ed Hammam Lif in Tunisia. In seguito alla buona riuscita del test altri comuni , che registrano analoghi problemi di spiaggiamento ed accumulo delle alghe, hanno manifestato interesse a proseguire nella sperimentazione, a riprova della bontà dell’operazione.Alla presenza di imprenditori interessati ad investire, di albergatori e titolari di stabilimenti balneari e degli amministratori dei comuni di Agropoli, Mola di Bari, Capaccio-Paestum e Montecorice, nonché degli esponenti del Cnr, e delle Università Partenope, Napoli Federico II e Trapani gli esperti hanno illustrato le metodiche già applicate con successo a Marinella di Selinunte, ed hanno parlato di progetti già sviluppati e di nuove prospettive di recupero della biomassa trattata, bandendo il conferimento in discarica.Nel suo intervento il primo cittadino ha così commentato:“ Nel ringraziare il sindaco del comune di Agropoli ed i responsabili dell’azienda Tecoma che hanno voluto invitarmi tra i relatori di questo importante convegno, non posso non registrare con vivo compiacimento che quella sperimentazione che noi per primi abbiamo portato avanti negli ultimi due anni sulle nostre coste sta cominciando a riscuotere consensi ed un vivo interesse che farà sì che molto probabilmente altre amministrazioni decideranno di aderirvi.”Comunicato stampa24/09/2016{fshare}

In evidenza