Mazara, la Chiesa di Santa Caterina derubata del motore dell’acqua

Redazione Prima Pagina Mazara
Redazione Prima Pagina Mazara
27 Maggio 2020 08:50
Mazara, la Chiesa di Santa Caterina derubata del motore dell’acqua

Amara sorpresa per le suore della Chiesa di Santa Caterina di Mazara del Vallo. Nella notte fra venerdì e sabato scorso, è stato sottratto dal cortile retrostante l’istituto religioso, gestito dal gruppo delle Oblate al Divino Amore, il motorino per la raccolta dell’acqua. Un episodio probabilmente opera di malviventi, i quali sarebbero riusciti ad introdursi furtivamente nel cortile durante la notte sottraendo l’apparecchiatura, dando modo alle suore di accorgersene soltanto al mattino seguente (vedi foto copertina).

Un episodio che lancia ancora una volta l’allarme sulla situazione in cui versa il centro storico della città di Mazara che, subito dopo essere uscito da una difficile situazione come quella del contagio da Coronavirus, si ritrova a fare i conti con il problema della delinquenza che sembra non conoscere tregua. Davvero singolare che a subire il furto di un’apparecchiatura di primaria necessità, siano coloro che operano per il bene della comunità e che, nonostante tutto, non vengono risparmiate da spiacevoli avvenimenti.

Ad intervenire subito dopo l’accaduto è stata la Polizia, contattata dalle stesse suore, che ha avviato le indagini per individuare gli autori del criminale e vile gesto. Tommaso Ardagna

In evidenza