Manchette Tippi

Manchette Tippi

Il Mazara molla, sconfitta 3-0 a Mussomeli. Si allontana il sogno play off

Massimiliano MazzaraAdesso è davvero dura. Il Mazara Calcio sembra aver gettato la spugna nella rincorsa play off, incappando in una pesante batosta sul campo del Mussomeli dove perde per 3-0.


La formazione allenata da Massimiliano Mazzara, resta così a 4 punti dal quinto posto (l’ultimo utile per rientrare negli spareggi per la D) a -4 dal Canicattì, ma con il Licata adesso fuori dalla Coppa Italia e saldo in seconda posizione, tutto si fa molto più complicato anche qualora si dovesse raggiungere il quinto posto in extremis a meno di 10 punti dalla seconda classificata.
Fra i canarini rientra Cortese dopo la squalifica e va a rappresentare la punta centrale accompagnato da Rosella dietro e Gomez in esterna e con il nuovo acquisto, l’attaccante classe 2000 Loussouki, in panchina.
Nel Mussomeli Zarcone in mediana e in avanti Guastella con Minnone e Lentini.
Mazara che tiene per i primi 40’ con Dolenti bravo ad opporsi intorno alla mezz’ora prima a Zarcone e poi a Minnone. L’unica azione utile per gli ospiti è al 31’ con Gaston Gomez, che scatta sulla fascia sinistra, entra in area, calcia con precisione ma trova il salvataggio sulla linea di un difensore.
Nel finale di tempo però, dopo l’allontanamento dalla panchina del secondo portiere del Mussomeli Lamattina e due dirigenti, per i gialloblù è già notte fonda: da una mischia in area è Sciacca a raccogliere un pallone utile e depositarlo in rete per l’1-0. Al 4’ di recupero arriva il raddoppio: Guastella raccoglie un cross dalla destra all’interno dell’area di rigore e trafigge Dolenti per il 2-0.
Nella ripresa per il Mazara escono Baiata e Gomez ed entrano Calicetto e Di Simone, ma sono i padroni di casa ad attaccare, ma Minnone, solo davanti la porta, incespica malamente.
A metà secondo tempo, prima Cortese dal limite impegna il portiere rossoblù Sgroi, poi, al 24’, Minnone si rifà dell’errore precedente entrando in area di rigore di gran carriera e con un diagonale superare Dolenti per il palo-rete del 3-0.
A 10’ dalla fine, mister Mazzara sostituisce Dolenti con Keita, dopo che alla mezz’ora Torquato aveva sostituito Guastella con Pirrone. Il Mazara spara le sue ultime cartucce con Rosella (tiro alto) e Cortese (colpo di testa su cross proveniente da calcio di punizione parato da Sgroi), ma senza successo.
Il Mussomeli conquista tre punti importantissimi che lo riportano a condividere le prime due posizioni della zona play out con il Kamarat, rendendo sempre più aperta la corsa per la permanenza nella categoria.
Mazara che sembra con la testa già in vacanza. Gli uomini di mister Mazzara, dopo aver destato segnali positivi dopo il cambio alla guida tecnica, sembrano accusare di colpo un calo sia fisico sia mentale. Ma cosa è successo ad un gruppo che sembrava rinvigorito fino a qualche partita fa? E’ ancora intatto il clima interno? Sono ancora saldi i rapporti fra giocatori e società? Probabilmente una soluzione, come già fatto vedere lungo il corso della stagione, Franzone e soci la sapranno tirare fuori dal cilindro, ma l’aver mollato nel momento decisivo, al di là di direzioni arbitrali discutibili e condizioni fisiche, lascia, in una tifoseria che tutt’ora crede nel progetto del gruppo palermitano, più di qualche malcontento per come sta terminando la stagione.

Tommaso Ardagna

07-04-2018

Condividi

Articoli In Evidenza

Free Joomla 2.5 Extensions Joomla module Joomla Plugin