Manchette Tippi

Manchette Tippi

Bianco: “Mazara ha la necessità di uscire dalla palude”. La manifestazione del PD a sostegno del candidato sindaco

manifestazione PD per Bianco sindaco 02 2Erano più di cinquecento i mazaresi che questa mattina al teatro Rivoli di Mazara del Vallo hanno partecipato alla manifestazione del Partito Democratico

a sostegno del candidato Sindaco della città di Mazara, Pino Bianco. Molti uomini, giovani non moltissimi, e minoritaria la presenza femminile fra il pubblico. Fra i presenti si poteva notare comunque una folta presenza di medici, docenti e professionisti vari.
Un classico e composto convegno politico. L'impatto era istituzionale, da partito. E infatti è stata intenzionalmente la festa del PD mazarese, aperta da un leggero sottofondo musicale, con pezzi di Guccini, De Gregori su di un palco con al centro una fila di sedie rosse pronte ad accogliere gli onorevoli, i senatori e i dirigenti locali e regionali del Partito Democratico, intervenuti ad avvalorare la scelta del Dott. Bianco come candidato Sindaco.

Ad aprire la manifestazione, ed a moderare l'incontro, è stata l'ex coordinatrice, dott.ssa Caterina Agate che, a turno, ha dato la parola ai vari esponenti del PD mazarese e siciliano.
Il primo ad intervenire è stato il Segretario comunale del PD, Francesco De Blasi: "Oggi si avvia l'impegno del PD per le amministrative 2014. Presentiamo ufficialmente la candidatura a Sindaco di Mazara del dott. Pino Bianco. Egli incarna in modo esclusivo e partecipativo i valori e le prerogative del Partito Democratico. Egli è l'unico fra i candidati sindaci in grado di garantire alla città azioni amministrative supportate dalla politica a tutti i livelli, proprio perché legata con il governo regionale e nazionale. La nostra città purtroppo è stata relegata negli ultimi anni ad un isolamento amministrativo, politico ed istituzionale. A Bianco chiederemo di interpretare i sogni della nostra comunità mazarese. Vogliamo mettere al centro dell'azione amministrativa lo sviluppo economico, vogliamo che a differenza di altri l'ordinaria amministrazione non sia rappresentata come straordinaria, vogliamo la tutela dell'ambiente, difendere i più deboli, che nel municipio regni la trasparenza.. Mazara la vogliamo cambiare, guardando verso il mare".

Saliti sul palco anche Giacomo Mauro, Consigliere comunale del PD: "Vogliamo un sindaco che non si sposti con l'auto blu, un sindaco che stia in mezzo alla gente e che conosca il valore del sacrificio e del lavoro, evitando di mettere continuamente le mani nelle tasche dei cittadini ricorrendo sempre all'aumento delle tasse. Questi sono solo alcuni dei motivi che ci spingono a sostenere Pino Bianco, ma abbiamo bisogno di ognuno di voi", e Teresa Diadema, anche lei Consigliere comunale del PD, che ha definito Pino Bianco come una "persona di grande rigore morale, di prestigiosa professionalità e che sicuramente sarà in grado di guidare un'amministrazione, e non la città ma i bisogni dei cittadini. Perché Mazara è una città nella palude, agonizzante e che deve assolutamente uscirne".

A seguire è stata data la parola al Segretario provinciale del PD, Marco Campagna: "Il progetto di Pino Bianco nasce grazie anche alle battaglie del gruppo consiliare locale del partito e nasce soprattutto dall'ascolto dei bisogni della città. Un progetto che vuole vedere le persone al centro, e il loro senso civico. Noi proponiamo a Mazara del Vallo una visione di società e un'idea di città, che superi i fallimenti che già questa città ha visto. Il dott. Bianco rappresenta quest'insieme di valori, a noi il compito di sostenerlo".

Presente sul palco del Rivoli anche il senatore Beppe Lumia: "Guardando gli occhi del candidato Bianco, mentre lui mi parlava della città, ho visto Mazara del Vallo - esordisce il Senatore - non abbiamo bisogno di un candidato che venga a promuovere il proprio io, Mazara ha bisogno del candidato che promuova voi, la vostra comunità. Il nostro è un partito unito che farà sicuramente partire con il piede giusto questa campagna elettorale. Mazara è una città che deve essere visibile all'interno dei 'radar internazionali', nei momenti più difficili, di crisi, bisogna dare il meglio di sé. Pino Bianco ha deciso di candidarsi nel momento più difficile, di mettersi in gioco. Io ci credo".

Mila Spicola, vice segretario regionale del PD, ha voluto ricordare che Mazara non è il "luogo della palude" ma sia ben altro oltre questo. "Mazara è uno dei luoghi pilota, riuscito esempio d'integrazione per tutta l'Europa. Mazara non è la periferia dell'Italia, ma il centro di una nuova integrazione e di nuove relazioni. Una città che ha un porto non è mai periferia ma simbolo dell'accoglienza". Per Antonella Milazzo, deputato regionale, Giuseppe Bianco "mettendo a disposizione il suo impegno al servizio dei cittadini, credo che stia facendo il più grande atto d'amore per la sua città, in un momento dei più difficili".

L'on. Baldo Gucciardi ha ribadito che "la candidatura di Bianco è la candidatura del Partito Democratico e che lo stesso partito offre in punta di piedi e con grande umiltà all'intera città, ai mazaresi. Voi tutti avrete a disposizione il Governo regionale, il gruppo del PD all'Ars e, adesso, il Governo nazionale. Si è realizzata qui a Mazara una mirabile sintesi politica, di rapporti istituzionali ad ogni livello".

L'on. Fausto Raciti, in prima uscita ufficiale da segretario del PD siciliano: "Mazara è una città che sintetizza il senso della proiezione della Sicilia nel Mediterraneo. Il futuro della nostra Regione, attraverso le battaglie per la legalità e lo sviluppo, passa in larga parte dalla capacità dei nostri sindaci. Il PD, e la sua forza, è a disposizione degli amministratori perché possano utilizzarla per cercare di voltare pagina, di lasciare il segno di un cambiamento. Perché siamo un grande partito nazionale".

Il candidato Pino Bianco, prima di iniziare il suo discorso finale, ha voluto chiamare sul palco a parlare - con un fuori programma - il dott. Giovanni Palermo (nella foto a sx), esponente del PD mazarese che, qualche mese fa, alcune voci davano anche lui candidato a Sindaco. E infatti lo stesso Bianco ha motivato il suo invito affermando che "Giovanni oggi poteva essere qui al posto mio".
"Ho sognato una città che non doveva essere piena di 'quartare' - ha raccontato Giovanni Palermo - di una connotazione storico-culturale che non ci appartenesse. Ho sognato una città diversa, che potesse risolvere i problemi della viabilità, che non si dovrebbe preoccupare di dare il futuro ai propri figli, una città dove il sistema turistico fosse integrato, un assessorato al cittadino, etc.. Caro Pino, io affido a te questi sogni - ha concluso".

Dopo avere tessuto le lodi del PD e delle sue componenti umane, Bianco si è espresso con queste parole: "Mazara è nel mio cuore e di tutti voi. Noi siamo qui perché ci crediamo - e dopo aver lanciato qualche frecciata critica sulle esternazioni elettorali di alcuni candidati a sindaco, ha continuato - noi promettiamo che lavoreremo come i pazzi e dalla mattina fino alla sera penseremo alla città. Faremo un programma che nasca dalla pancia della gente, vogliamo sentire le categorie, le persone, interloquire con chi ci può dare strumenti e soluzioni e dare infine delle risposte. Come per esempio sull'ospedale.. dove il suo rilancio passa attraverso il dialogo con il governo regionale. Lo sviluppo di Mazara camminerà di pari passo con la legalità. Ma avremo modo di parlare successivamente delle prospettive di sviluppo della città, quello che oggi io vi chiedo è di partecipare a questo progetto, a questo sogno".

Vincenzo De Santi

23/02/14  19,00

Condividi

Articoli In Evidenza

Free Joomla 2.5 Extensions Joomla module Joomla Plugin