Manchette Tippi

Manchette Tippi

Politiche 2018, Altri mazaresi (residenti e originari) candidati in Italia. Uno pure all'Estero.

Politiche2018 candidatiIeri sera dopo che erano state presentate, per la Camera dei Deputati e per il Senato, sia le liste per i collegi proporzionali sia i nomi dei candidati per i collegi uninominali, nel fornire l’elenco dei nomi dei candidati siciliani avevamo sottolineato la presenza di alcuni candidati del territorio.

 Avevamo già parlato dei cinque candidati mazaresi residenti: Tony Scilla (Forza Italia) al Senato, Vita Martinciglio (M5S), Nicola Asaro (LeU), Teresa Diadema (Pd) e Nicolò Maria Lisma (Noi con l'Italia), questi quattro alla candidati alla Camera dei deputati (vedi in foto n.2 i cinque candidati residenti: in alto da sx Scilla, Diadema, asaro, sotto da sx Martinciglio e Lisma).

Vi sono altri due residenti a Mazara del Vallo fra i candidati: Gaspare Accardo, coordinatore provinciale di Forza Nuova, candidato nella lista “L'Italia agli Italiani” nel collegio uninominale di Mazara, e Cristina Bruscia nella stessa lista "L'Italia agli Italiani" nel collegio plurinominale Gela-Agrigento-Mazara).

Politiche2018 candidati mazaresiTra i mazaresi, o meglio dire originari, candidati nel resto d’Italia vi sono: il giornalista Giorgio Mulè (che si è appena dimesso da direttore di Panorama per spendersi in politica) in Liguria nelle liste di Forza Italia e il deputato uscente Alfonso Bonafede, avvocato e componente della Commissione Giustizia, candidato alla Camera in un collegio della Toscana nelle fila del Movimento 5 stelle.

A sorpresa anche un candidato all’estero.  E’ residente in California, è candidato anch'egli nella lista del M5S. Si chiama Francesco Ditta, 39 anni, sposato con un donna californiana, ha due figli. E’ enologo ma è titolare di una società di rappresentanza di vini italiani all’estero e pertanto ritorna spesso in Europa ed in particolare in Italia dove ha contatti con diversi produttori di vini. Risiede nella città di Aupurn, nei pressi di Sacramento ed è iscritto al M5s da diversi anni. (in foto copertina, a partire da sopra da sx Mulè, Bonafede, Ditta, sotto da sx Bruscia e Accardo).

Considerato che si voterà in Italia il 4 marzo, a cui seguirà lo spoglio, per sommare i voti che arrivano dall’estero, il consolato invierà la scheda o le schede e elettorali a seconda che l’elettore abbia i requisiti per votare solo alla Camera dei Deputati o anche al Senato della Repubblica, a partire dal prossimo 14 febbraio. Le operazioni di scrutinio dei voti degli italiani all’estero inizieranno alle 23 di domenica 4 marzo, a partire dal prossimo 14 febbraio. Le operazioni di scrutinio dei voti degli italiani all’estero inizieranno alle 23 di domenica 4 marzo.

Francesco Mezzapelle

30-01-2018 15,30

Condividi

Articoli In Evidenza

Caseificio Cucchiara
Free Joomla 2.5 Extensions Joomla module Joomla Plugin