Manchette Tippi

Manchette Tippi

Vicolo del Pensiero Bambino in mano ai “cattivi”: protestano i residenti

Via S Maria la NuovaAbbiamo ricevuto una segnalazione da parte di alcuni residenti di via Santa Maria La Nuova che lamentano il grande degrado della stessa via soprattutto durante le ore notturne del fine settimana. La via in questione, tanto per capirci, si trova in

pienissimo centro storico e collega la via dell'Arco a piazza Santa Veneranda.

Nel fine settimana, ma non solo, il vicolo è meta di gruppi di ragazzi che vi organizzano dei veri rave-party a base di alcool (vedi foto 1) e, probabilmente, droga. I segni della presenza notturna sono evidenti anche dello spettacolo che si presenta in mattinata agli stessi residenti: bottiglie ovunque, carta, rifiuti e persino atti vandalici alle porte delle abitazioni (vedi foto 2); senza parlare delle grida, urla di dolore ed anche di piacere.

Nel vicolo vi abitano circa 5 famiglie con figli e certamente c'è una certa paura ad uscire da casa, figuriamoci ad intervenire nel corso di questi rave-party, il rischio è quello di essere aggrediti dal branco in preda ai fumi dell'alcool o sotto effetto di droghe. Quindi subire in silenzio? Quanto avviene in quel luogo è stato pure segnalato alle forze dell'ordine. L'area, ubicata tra le vie Santa Maria La Nuova, dell'Arco e mons. La Cava, continua però ad essere soggetta al degrado ambientale e sociale.

E pensare che quello stesso vicolo (con un'inaugurazione avvenuta nell'aprile 2011 alla presenza della nota prof.ssa Maria Rita Parsi, presidente della Fondazione Movimento Bambino) è stato ribattezzato, con tanta di manifestazione organizzata dall'Amministrazione comunale, "vicolo del Pensiero Bambino".

Nel vicolo recuperato con un investimento da parte dell'Amministrazione Cristaldi vi sono riportati su circa 60 mattonelle in ceramica pensieri ed emozioni di bambini delle scuole cittadine, pensieri semplici ma di grande impatto emozionale. Su un grosso pannello colorato è stato riportato anche una poesia ("I Passerotti") della stessa Parsi e dedicata ai bambini. Chissà se questi giovani temerari notturni abbiano letto quei pensieri. Non lo sapremo mai, a meno che l'area non venga dotata di quella tanto attesa videosorveglianza comunale la cui attivazione non è ancora avvenuta.

La Telecom Italia vincitrice della gara di appalto (circa 300.000 euro) dovrebbe effettuare, a meno che non sino intervenuti altri problemi con il Comune, la fornitura dell'impianto e di 32 telecamere che dovrebbero essere dislocate, per la maggior parte, nel centro urbano ma anche in punti strategici ed a maggiore rischio sicurezza. 

28-01-2014 17,30

Condividi

Articoli In Evidenza