Manchette Tippi

Manchette Tippi

SP38 Mazara –Torretta, si avvicina la ripresa dei lavori per il completamento. Querelle fra il Comune di Mazara e Libero Consorzio di Trapani

Video 2017 02 02 01Dopo circa 5 anni potrebbe riprendere presto, già nel prossimo mese, i lavori di completamento della Strada Provinciale 38 che collega Mazara del Vallo a Torretta Granitola. Infatti sembra che la nuova gara di appalto promossa dal Libero Consorzio Comunale di Trapani (l’Ex Provincia) sia in fase di aggiudicazione presso gli uffici provinciali dell’UREGA.

Facendo seguito alle precedenti riunioni, infatti è stata convocata nei giorni scorsi la Commissione aggiudicatrice dei lavori di completamento della messa in sicurezza della S.P. 38. La notizia (contenuta in una lettera a firma del Responsabile del Servizio Tecnico Viabilità, ing. Melchiorre Pisciotta, e del Dirigente del Settore, avv. Diego Maggio, era stata trasmessa –così si legge in una nota del 5 gennaio da parte del Libero Consorzio- all’Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Mazara, Silvano Bonanno.

Nella stessa nota del Libero Consorzio si definisce “inopinata” la presa di posizione dello stesso Bonanno che - in una nota al Commissario Straordinario del Libero Consorzio Comunale, dott. Raimondo Cerami e agli Organi di Informazione - aveva sollecitato l’intervento dell’ex Provincia Regionale al fine di eliminare i rischi per il transito veicolare conseguenti al mancato completamento dei lavori.

Bonanno il 2 gennaio aveva infatti così scritto: “E’ incomprensibile che le istituzioni non abbiano risposto alle nostre richieste sullo stato dell’arte dei lavori della Strada Provinciale Mazara-Torretta. Dopo oltre dieci anni dalla progettazione e a quasi cinque anni dal primo inizio dei lavori l’importante arteria di congiunzione tra la Città e Torretta Granitola, zone ormai densamente abitata, rimane incompleta e pericolosa”.

A rincarare la dose qualche giorno dopo era pure intervenuto il sindaco Nicola Cristaldi: “Da 5 anni questa strada non solo non è ultimata –aveva sottolineato Cristaldi- ma costituisce un serio pericolo oltre a provocare un danno alla nostra economia perché la strada è strategica sotto l’aspetto dello sviluppo turistico e non riusciamo ancora ad avere un collegamento serio e sicuro tra Mazara del Vallo e Torretta Granitola”.

Insomma una presa di posizione netta da parte dell’Amministrazione mazarese e che certamente è anche ricollegabile alle nuove aspirazioni del primo cittadino, cioè quella di candidarsi alla presidenza della Provincia regionale di Trapani qualora si ritornasse a votare per le Provincie.

Però dal Libero Consorzio comunale la risposta all’Amministrazione Cristaldi non si è fatta attendere. Ecco quanto si legge attraverso sempre la stessa nota del 5 gennaio: “Inoltre, nel precisare che negli atti del Libero Consorzio non c’è alcuna traccia di richieste informative da parte del Comune di Mazara del Vallo a cui lo stesso Libero Consorzio non abbia dato regolare risposta, gli uffici del Servizio Tecnico Viabilità dell’ex Provincia rendono noto che, con riferimento all’appalto dei lavori in questione, a seguito dell’annullamento in autotutela dell’aggiudicazione provvisoria adottato alla fine dello scorso mese di giugno, è intervenuta la riapertura della gara presso l’UREGA (Ufficio regionale per l'espletamento di gare per l'appalto di lavori pubblici) di Trapani e che, come già detto, è stata disposta una imminente seduta della Commissione .Tale seduta dovrebbe essere conclusiva con l’individuazione del nuovo soggetto aggiudicatario provvisorio. Quindi, una volta pervenuto al Libero Consorzio il verbale di chiusura della procedura, si darà corso all’istruttoria degli atti amministrativi di legge per pervenire all’aggiudicazione definitiva e alla stipula del relativo contratto di appalto. Tutto ciò, a conferma dell’impegno che non è mai mancato da parte del Libero Consorzio Comunale di Trapani che – pur dibattendosi in una situazione di oggettive difficoltà gestionali e di gravi carenze finanziarie, continua ad assicurare la propria dedizione amministrativa nei riguardi delle esigenze di sicurezza viaria provinciale, con particolare riguardo proprio alla S.P. 38 Mazara–Granitola nonché all’intera rete stradale”.

Da anni i cittadini residenti, sono in molti quelli abitano nei pressi della Sp38, lamentano i disagi vissuti quotidianamente. Il pericolo diventa altissimo nel fine settimana d’estate quando lungo il litorale si riversano centinaia di auto con giovani che raggiungono o che provengono dai lidi, auto che sfrecciano nei due sensi contrari che rischiano di scontrarsi considerata la carreggiata ristretta (ulteriormente con i lavori lasciati incompiuti), le curve pericolose (vedi foto di copertina) e la mancanza di illuminazione.

I lavori erano iniziati il 31 gennaio 2012 e si dovevano concludere il 17 novembre 2013. La gara di appalto, dopo un lungo iter che aveva visto addirittura alla vigilia della consegna la rinuncia della Ati di imprese che aveva effettuato un ribasso fino al 53%, era stata affidata alla ditta Viastrada il cui ribasso era stato del 49,0255% sull’importo a base d’asta di 4.842.340,23 euro.

L’interruzione dei lavori era avvenuta nel gennaio del 2013. Un contenzioso tra l’ex Provincia di Trapani e l’azienda originariamente aggiudicataria dei lavori portò infatti alla risoluzione del contratto e all’incresciosa situazione attuale della strada provinciale n.38.

In quel momento la strada si presentava, e si presenta tutt’ora con un manto stradale sconnesso, una carreggiata sparita, con margini pericolosi e pieni di “trappole”, molte caditoie sono scoperte, nei casi di abbondante pioggia la mancanza di reti contenitive causa lo scivolamento dei detriti nella strada; come se non bastasse risulta pericoloso, e paesaggisticamente non adeguato, il muretto costruito (perché realizzato prima del completamento dei lavori?) che separa la strada e la costa. Alcuni lavori di somma urgenza eseguiti qualche anno fa, circa 50.000 euro, non erano stati sufficienti ad eliminare le molte situazioni di pericolo presenti sulla strada.

Più volte il Comune di Mazara, attraverso l’Amministrazione Cristaldi, è intervenuta sulla vicenda chiedendo, anche “provocatoriamente”, l’acquisizione della SP 38 per continuare i lavori per il suo completamento, nonché le somme che erano state assegnate per il completamento della stessa.

Finalmente nel novembre del 2015 l’ex Provincia regionale di Trapani ora, Libero Consorzio Comunale di Trapani, aveva provveduto a pubblicare il bando ed il disciplinare di gara per l’ultimazione dei lavori della SP38 Mazara del Vallo-Torretta Granitola. L’Amministrazione Cristaldi ringraziò il dott. Ignazio Tozzo, commissario straordinario dell’ex Provincia di Trapani e all’ing. Ninni Candela, dirigente dell’ufficio tecnico della Provincia, per aver mantenuto la promessa dell’approvazione del progetto esecutivo del completamento della S.P. 38, dalla foce del fiume Arena a Torretta Granitola.

L’apertura delle offerte era avvenuta il 23 novembre 2015 presso la sede di Trapani dell’UREGA. L’importo complessivo per l’ultimazione dei lavori è di 3.472.008,354 euro di cui 2.876.286,79 euro per lavori soggetti a ribasso d’asta, 565.618,16 per costo del personale non soggetto a ribasso e 30.103,40 per oneri per la sicurezza. Sappiamo che l’appalto dei lavori è stato aggiudicato, nel luglio scorso, ad una ditta che aveva presentato un ribasso del 12% sull’importo a base d’asta. A quanto pare l’iter era stato bloccato per una mancata autorizzazione dell’ANAC, l’Autorità Nazionale Anticorruzione.

I tempi purtroppo, come spesso accade nella burocrazia italiana, si sono allungati. La speranza è che i lavori possano essere ripresi quanto prima per evitare che sulla S.P. 38 si consumi, dopo più volte sfiorata, qualche tragedia.

Francesco Mezzapelle

12-01-2018 12,30

Condividi

Articoli In Evidenza

Free Joomla 2.5 Extensions Joomla module Joomla Plugin